AAbbiamo avuto la possibilità di provare una nave leggendaria, la Queen Mary 2: il nostro “test” al mito è avvenuto durante un mini-viaggio di due notti Amburgo-Southampton.

E’ la nave ammiraglia di Cunard Line ed è la più grande unità del gruppo Carnival Corporation & Plc., è l’unica nave esistente concepita sia per il servizio crocieristico che per il servizio di linea transatlantico Europa-Nordamerica. Quindi ad oggi è l’unica nave da crociera che più si avvicina ai mitici transatlantici di un tempo. Si differenzia dalle altre navi per il maggior spessore delle lamiere dello scafo, soluzione studiata per resistere meglio alle condizioni meteo-marine più severe delle traversate oceaniche.

Ha un apparato motore estremamente potente che le permette velocità superiori dei cruise-liners tradizionali, quindi ideale per i viaggi di linea. Infine la distribuzione alberghiera delle aree pubbliche è spostata molto verso il basso dello scafo (ponti 2 e 3) con al ponte 7 la tradizionale passeggiata sotto le lance di salvataggio al cui interno troviamo anche il buffet che oggi di solito viene collocato nei ponti più alti; e poi non dimentichiamo le terrazze degradanti a poppa ereditate alle precedenti “Regine”.

queen mary 2 cunard fotoE’ stata costruita dai Chantiers de l’Atlantique di Saint Nazaire con il numero di costruzione G32; consegnata alla fine del 2003 rappresenta un vanto per l’industria cantieristica francese. “QM2” ha una stazza lorda di 148.528 tonnellate, è lunga “fuori tutto” 345,03 metri e larga al galleggiamento 41 metri e può vantare 12 ponti dedicati ai passeggeri. L’altezza dalla chiglia alla sommità del fumaiolo è di 72 metri mentre il pescaggio è di 10,1 metri.

queen mary 2 foto (2)Come abbiamo visto il suo apparato motore è estremamente potente: è dotata di quattro motori diesel Wärtsilä 16V46C da 16.800 kw ciascuno e di 2 turbine a gas General Electric Marine LD 2500T da 43.000 kw ciascuna (questo sistema combinato viene chiamato CODAG). La potenza totale installata è di ben 153.200 kw! Per la propulsione invece la nave è dotata di quattro pod Mermaid da 21.500 kw ciascuno (due sono fissi e due sono rotanti) che le permettono di raggiungere la velocità massima di 30 nodi (circa 55 Km/h); la velocità di servizio è invece di 21 nodi. Inoltre a prua troviamo tre eliche di manovra trasversali.

queen mary 2 foto (1)Questa nave dispone di 1.310 cabine per i passeggeri che permettono di ospitare a bordo un massimo di 2.620 ospiti in cabina doppia, mentre aggiungendo i letti extra si arriva ad una capacità complessiva di 3.090 persone; l’equipaggio invece è di 1.253 persone. Come si può vedere da questi numeri il rapporto membri dell’equipaggio/passeggeri è quasi di 1 a 2 (considerando la capacità doppia), mentre anche il rapporto stazza lorda/passeggeri indica la grande vivibilità di questa nave dove sarà quasi impossibile trovare aree sovraffollate.

queen mary 2 foto (3)Nei due ponti dei saloni principali troviamo ambienti di grande effetto come il planetario “Illuminations” (un unicum in campo navale), il teatro “Royal Court Theatre”, l’atrio “Grand Lobby”, il ristorante principale “Britannia Restaurant”, la sala da ballo “Queens Room” e la discoteca “G32”. Tutti questi ambienti disposti su più ponti donano a questa nave un’atmosfera unica dei grandi liners di un tempo: proprio i grandi spazi e gli ampi corridoi danno una particolare sensazione di ampiezza che spesso non si trova su tante navi da crociera contemporanee.

queen mary 2 foto (4)Ma a bordo troviamo anche ambienti raffinati e raccolti come il “Commodore Club” con una splendida vista sul mare a prua. Vasta è anche la dotazione di piscine, a bordo ne troviamo ben 5: due all’aperto sulle terrazze di poppa, una con copertura retrattile al ponte 12, un’altra all’aperto al ponte 13 ed infine quella al coperto all’interno del centro benessere.

queen mary 2 foto (5)Non può mancare poi un piccola curiosità che lega QM2 alle grandi navi passeggeri inglesi del passato: a bordo troviamo quattro sirene, le due più particolari si trovano sul fumaiolo: una era installata a bordo della prima Queen Mary (oggi albergo galleggiante a Long Beach), mentre l’altre è una replica fedele.

Ma a bordo tutto parla dei celebri liners della storia di Cunard: tanti quadri e pannelli ritraggono tutte queste navi che hanno fatto la storia della marina mercantile britannica.queen mary 2 foto (7)

queen mary 2 foto (8)Essendo una compagnia premium, i servizi a bordo di Cunard Line sono davvero di alta qualità. Il cibo nel ristorante principale è molto ricercato e le carni sono di primissima scelta; anche se siamo su una nave inglese la pasta è davvero ben cotta. All’interno del buffet poi nel pomeriggio apre un’area dedicata alla cucina italiana dove si possono mangiare prodotti tipici nostrani come diverse paste e la pizza (entrambe di ottima qualità).

queen mary 2 foto (9)queen mary 2 foto (10)Inoltre sempre nel buffet e compresi nel prezzo della crociera troviamo i distributori di gelato alla spina e dei “soft drinks”, tra i quali l’imperdibile limonata.

L’agente per l’Italia di Cunard Line è Gioco Viaggi: per prenotare una crociera con QM2 basta consultare il loro sito dedicato a questo brand, http://www.crocierecunard.it/ (nell’home page potrete leggere le offerte più interessanti disponibili al momento). Se vorrete poi provare Cunard Line con partenza dall’Italia potrete optare per le crociere del 2015 di Queen Victoria da Civitavecchia, Venezia e Trieste: insomma, ci sono una sacco di opzioni e prezzi accattivanti per viaggiare con il british-style!