In questi giorni Allure of the Seas è ormeggiata presso il cantiere navale Navantia in Cadice (Spagna) per un intensa sessione di lavori in bacino di carenaggio.

I lavori di refit pianificati Royal Caribbean hanno subito un notevole rinvio causa la diffusione del pericoloso COVID-19, complessivamente la nave resterà ferma 30 giorni, circa due settimane in meno di quanto preventivato.

> Allure of the Seas vista dallo storico navale

Il programma stabilito da Royal Caribbean prima della pandemia di coronavirus noto come Royal Amplified, prevedeva per Allure of the Seas lavori di ristrutturazione dal costo di 165 milioni di dollari.

Per la stagione estiva europea crociere di 7 notti nel Mediterraneo occidentale con partenza da Barcellona (Spagna) per poi a novembre 2020,  ritornare a Miami (Usa) per la stagione invernale.

Purtroppo la compagnia conferma che per il 2020, le unità Adventure of the Seas, Allure of the Seas, Explorer of the Seas e Liberty of the Seas riceveranno solo lavori di ordinaria manutenzione necessari.  🙁

> 10 cose da fare a bordo di Allure

Nello specifico per Allure of the Seas, lavori più costosi come l’aggiunta dello scivolo Ultimate Abyss, il trio di scivoli d’acqua The Perfect Storm, nuovi locali per bambini, il primo Kitchen & Wine Bar italiano di Giovanni e altre nuove funzionalità sono tutti rinviati.

Tutti questi dispendiosi lavori erano parte del Royal Amplified, esso prevede  nuove innovative funzionalità, nuove esperienze e numerose novità a bordo, tuttavia vista la situazione attuale di stop globale alle crociere tutte le uscite non necessarie devono essere limitate.

Attualmente Royal Caribbean ha sospeso tutte le attività di crociera fino al 31 luglio 2020 oltre ad aver annullato la stagione estiva in Canada ed Alaska, la speranza è quella di partire nuovamente dal 1° agosto, magari con brevi crociere da e per la destinazione privata alle Bahamas CocoCay in attesa dell’autorizzazione da parte del governo Usa.