Ad appena tre anni dal suo debutto, Moby Lines dal prossimo gennaio 2019 lascerà la rotta internazionale tra i porti di Nizza Marittima e Bastia. L’ultima traversata in calendario, secondo il sito web della compagnia è prevista per il giorno dell’Epifania, dopo campo libero alle navi gialle di Corsica Sardinia Ferries . 

Un amore mai sbocciato, tra sospensioni improvvise, sostituzioni di navi e soprattutto tempi biblici per la traversata, se pur con tutta la disponibilità e professionalità dell’italianissimo staff di bordo.

Questa nuova rotta internazionale, aveva visto il debutto in flotta del traghetto Moby Zaza, unità da circa 15000 tonnellate di stazza lorda, lunga 155 metri larga 25 metri ed in grado di accogliere al suo interno 1400 passeggeri e 450 auto in 300 spaziose cabine di varia tipologia. La traversata internazionale a bordo del Moby Zaza era resa interessante e ghiotta grazie alle proposte del ristorante, self service, pizzeria/bar, pub, gelateria, winery, show lounge oltre all’immancabile colorata area bambini e videogiochi.

Una sorpresa negativa per tutti coloro i quali avevano in programma un salto in Corsica o Costa Azzurra in estate o durante l’inverno  grazie all’offerta commerciale molto invitante, la quale prevedeva nel periodo di bassa stagione delle interessanti mini crociere nel week end con formula all inclusive. Dal 2017 i traghetti impiegati su questa rotta internazionale, Moby Kiss, Moby Vincent e Moby Zaza  hanno trasportato circa 70.000 passeggeri, nel 2018 si dovrebbe chiudere intorno ai 100.000 passeggeri, numeri positivi ma lontani da quelli necessari a raggiungere un pareggio dei costi o segno positivo in bilancio.

A rendere più difficile la situazione, anche l’eccessivo aumento dei costi praticato dall’autorità portuale di Nizza. Per il 2019 Moby intende concentrare le proprie risorse sui porti italiani, prevista una doppia corsa da Livorno per la Corsica e il nuovo collegamento da Piombino, in attesa di un ritorno più favorevole sulle rotte internazionali, magari con un nuovo traghetto.

A proposito del ritorno alla storica rotta tra Piombino-Bastia, operata in notturna e diurna con tempi non proprio moderni. Nel 1994 l’allora Moby Blu impiegava circa 4 ore nel collegare il porto di Piombino a quello di Bastia e viceversa, nel 2019 a prescindere dal verso, sfiorerà le 8 ore di traversata in notturna.