Dopo il triste addio delle scorse settimane a Costa Victoria (probabile demolizione), un’altra storica nave della flotta genovese cambierà colori.

Costa neoRomantica realizzata da Fincantieri presso lo stabilimento di Marghera nel 1993, rinnovata nel 2012 era nella lunga lista di navi del gruppo Carnival Corporation da cedere, il Covid-19 ha solo accelerato la pratica.

9 navi dicono addio alla flotta Carnival

Quest’ultima si aggiunge alle 4 navi Holland America Line, Oceana di P&O, Costa Victoria ed infine a Carnival Fantasy e Carnival Inspiration vendute per la demolizione in Turchia. In breve tempo abbiamo finalmente i nomi delle 9 navi che lasceranno la flotta di Carnival Corporation nel 2020.

A proposito di Costa neoRomantica, lunga 220 metri, larga 30 metri per una stazza lorda di circa 56000 tonnellate è in grado di accogliere circa 1800 ospiti in 790 cabine, di queste circa 130 hanno un balcone privato, non mancano ristoranti, luoghi di intrattenimento, bar ed un ampio centro benessere.

Il passaggio alla Celestyal Cruises

Un ottima scelta per Celestyal Cruises, anche se il COVID-19 ha temporaneamente fermato tutte le navi da crociera, con l’acquisto di Costa neoRomantica prosegue il piano di crescita della compagnia attraverso investimenti mirati.

L’ingresso in flotta di questa nave da crociera di medie dimensioni si adatta perfettamente al modello di business offerto. In breve tempo conquisterà tutti i futuri ospiti per offrire negli anni esperienze sensazionali ed indimenticabili.

La ex neoRomantica andrà ad aggiungersi a Celestyal Crystal  e Celestyal Olympia, le navi operano principalmente con itinerari nelle isole greche, con scali anche in Turchia ed Egitto.