Inizia una particolare stagione estiva, post COVID-19 per la compagnia MOBY, fatta di tanti collegamenti per raggiungere la Sardegna e non solo.

Come di consueto, dal 23 luglio fino a al 6 settembre un ulteriore unità (Moby Drea) affiancherà le due unità sulla rotta tra Genova e Olbia per qualcosa come 66 nuove partenze disponibili.

L’offerta di Moby su Olbia torna così ai livelli della scorsa estate, pre-Covid. Un segnale positivo di ripresa del turismo e dell’interesse dei vacanzieri per l’isola, visto che le nuove partenze non erano previste nell’operativo di questa estate ancora segnata dalla pandemia, la decisione è arrivata proprio in risposta alle richieste di prenotazioni in arrivo.

A bordo nuovi protocolli di sicurezza

A bordo di tutta la flotta di traghetti sono adottati tutti i protocolli per la sicurezza di passeggeri ed equipaggio, come mascherine, distanziamenti, divisori in plexiglass, sanificazioni e la presenza a bordo del “care manager” per assistere i viaggiatori durante le traversate.

Il Care Manager

A proposito del Care Manager presente a bordo, appositamente formato sul tema della sicurezza, è a disposizione di tutti i passeggeri per qualsiasi esigenza o necessità dal momento del loro imbarco fino a quello dello sbarco.

Questa figura altamente specializzata fornirà indicazioni sanitarie, mascherine, controllo sul distanziamento negli spazi comuni. Inoltre tutti i membri dell’equipaggio saranno muniti di mascherine e guanti monouso, sarà loro misurata la temperatura corporea all’inizio di ogni turno.

Altre misure di sicurezza

Distanze fisiche garantite, contingentato l’accesso alla sala poltrone con posti lasciati liberi, per evitare affollamenti.

Bar e ristoranti apriranno, ma i passeggeri potranno scegliere di consumare colazione, pranzo o cena in cabina per ridurre le occasioni di contatto. Fra le altre misure adottate, tutti gli impianti di aerazione sono predisposti in modo da garantire il cento per cento di ricambio continuo con l’espulsione dell’aria verso l’esterno.