Ormeggiata nel porto di Marsiglia (Francia) con a bordo un equipaggio ridotto dallo scorso marzo, Costa Smeralda ha ricevuto il suo primo rifornimento francese di LNG.

Prima della diffusione della pandemia, Costa Smeralda era impegnata in crociere settimanali alla scoperta di alcune delle più popolari destinazioni del Mediterraneo Occidentale come Barcellona e Palma di Maiorca (Spagna) oltre alle italiane Civitavecchia, La Spezia, Savona ed infine Marsiglia.

Alla piccola nave cisterna “Coral Methane” il compito di riempire i tre serbatoi di Costa Smeralda con un totale di circa 3.200 metri cubi di LNG.

L’inedita operazione di bunkeraggio in terra francese (la prima della storia) è stata completata lo scorso 4 maggio, dopo che la nave cisterna si è affiancata a Costa Smeralda sotto il vigile controllo della capitaneria di porto ed un’unità dei vigili del fuoco.

Come tutti gli appassionati ricordano, Costa Smeralda è la prima nave di Costa Crociere ad essere alimentata sia in porto che in navigazione a LNG.

Il Gruppo Costa (di cui fanno parte Costa Crociere, AIDA Cruises e Costa Asia) è stato il primo operatore in assoluto a introdurre questa innovazione sostenibile, grazie a cinque nuove navi a LNG che entreranno in servizio entro il 2023, destinate a ridurre l’impatto dell’intera flotta in maniera rilevante.

L’utilizzo dell’LNG nel settore delle crociere rappresenta una vera e propria innovazione a livello globale, che assicura un basso impatto ambientale e un significativo miglioramento della qualità dell’aria.

L’LNG permette infatti di eliminare quasi totalmente le emissioni di ossidi di zolfo (zero emissioni) e particolato (riduzione del 95-100%), riducendo significativamente anche le emissioni di ossido di azoto (riduzione diretta dell’85%) e di CO2 (riduzione sino al 20%).