Ovviamente non ci riferiamo alla stupenda località dell’isola di San Pietro in Sardegna, ma al piccolo traghetto Carloforte.

Il traghetto Carloforte è stato realizzato nel 1973 presso un cantiere in Olanda con il nome originale di FLEUR DES ILES, lungo 47,33 metri, largo 11,69 metri è in grado di trasportare un massimo di circa 400 passeggeri e circa 30 veicoli ad una velocità massima di 13 nodi.

Attualmente fa parte della flotta Laziomar, viene impiegato sulla tratta tra la città di Terracina e l’isola di Ponza prevalentemente nei mesi estivi. D’inverno oltre ad effettuare qualche periodo di sosta per lavori di manutenzione, di tanto in tanto viene noleggiato ed impiegato altrove.

Nel 2020 è stato noleggiato temporaneamente dalla compagnia Tirrenia, per sostituire l’unità Isola di Capraia destinata ad effettuare lavori di manutenzione, sulla tratta di collegamento da e per le isole Tremiti.

Dopo aver lasciato il suo home-port di Terracina ha iniziato la lunga traversata con destinazione le Tremiti passando attraverso lo stretto di Messina ed infine ha raggiunto il suo nuovo porto.

Purtroppo i pendolari e gli utenti della tratta di collegamento tra le Tremiti e la terraferma non hanno gradito la nave sostitutiva.

Dopo qualche giorno di servizio il piccolo Carloforte ha iniziato a ricevere numerose critiche e potreste anche attraverso i canali social, gli utenti per lo più si sono lamentati del suo essere vetusto, poco capiente e scarno.

Alcuni trasportatori hanno lamentato particolari difficoltà nelle fasi di imbarco e sbarco, giusto per non farsi mancare nulla.

In tanti anni di servizio sulla tratta da e per Ponza mai nessuno si è lamentato così tanto di questa unità, vetusta, ma egregiamente mantenuta dal suo equipaggio, sono migliaia ogni anno i vacanzieri che a bordo del Carloforte raggiungono l’isola di Ponza.

Sicuramente l’equipaggio del Carloforte farà tutto il possibile per ridurre al minimo i disagi dei pendolari e chissà, quando lascerà l’isola a qualcuno dispiacerà. 😀

#carlofortenonmollare