Ormai si è detto di tutto e di più nelle ultime settimane di Costa Smeralda; sicuramente la nuova ammiraglia di Costa Crociere verrà ricordata per essere la prima nave della compagnia alimentata a gas naturale liquefatto (LNG), il combustibile fossile a basso impatto ambientale che rappresenta una vera e propria innovazione per l’intero settore delle crociere.

Ma oggi vogliamo dedicarci all’approfondimento delle caratteristiche dell’area alberghiera della nuova nave che più interessano direttamente i crocieristi. “Smeralda” è una nave che si distingue nel panorama della flotta Costa attuale, vale la pena quindi analizzare i motivi principali che la rendono unica ed originale.

1) DESIGN

Il design della nave è il risultato di un progetto creativo unico, curato da Adam D. Tihany, nato per esaltare e far vivere in un’unica location il meglio dell’Italia. Per realizzarlo Tihany si è avvalso della collaborazione di un pool internazionale di quattro prestigiosi studi di architettura, Dordoni Architetti, Rockwell Group, Jeffrey Beers International e Partner Ship Design, chiamati a disegnare le diverse aree della nave.

Il risultato è stato un prodotto finale molto diverso rispetto alle navi ideate da Joe Farcus (la sua ultima creazione è stata la Costa Diadema del 2014). L’iperdecorativismo ha lasciato strada ad ambienti più eleganti e raffinati dove i “repeters” Costa dovranno abituarsi al nuovo cambio di rotta.

Anche la struttura delle aree alberghiere è completamente nuova. Sono quasi spariti i grandi ambienti disposti su più ponti per far posto a locali più raccolti ed intimi.

2) INTRATTENIMENTO

Anche il concetto di intrattenimento è stato completamente rivoluzionato. Non esiste più il concept di un grande teatro dove ha luogo lo spettacolo principale della serata in base ai turni di cena. Su “Smeralda” viene introdotto il concetto di intrattenimento diffuso tra più locali.

Il cuore di questa vita è sicuramente il “Colosseo”, uno spazio a centro nave dislocato su tre ponti, dedicato ai migliori spettacoli. Gli schermi luminosi, posizionati sia sulle pareti che sulla cupola, offrono la possibilità di creare una storia diversa in ogni porto di scalo e in ogni momento del giorno, dall’alba al tramonto.

Questa area riprende il concetto del “Theatrium” delle navi della consociale AIDA Kreuzfahrten che posizionato a centro nave funge da atrio di giorno e da teatro alla sera.

Ma su “Smeralda” il teatro tradizionale non è del tutto sparito, ma è stato reinventato. Si tratta di un ambiente molto più piccolo rispetto alle precedenti navi (solo su 2 ponti invece di 3) che funge sia da sala per spettacoli con un grande palco che da discoteca a tarda sera.

Infatti le sedie della platea sono rimovibili e lasciano spazio ad una pista da ballo. Questa medesima soluzione è stata ripresa dalla Carnival Vista entrata in servizio nel 2016.

Altra area dedicata all’intrattenimento è la piscina coperta (con copertura fissa e non più mobile) che diventa di sera il teatro dei famosi party a bordo vasca che tanto amano gli affezionati clienti di Costa.

Un must è il silent party che è stato protagonista anche della serata inaugurale di Savona del 20 dicembre scorso.

Infine “Piazza di Spagna” è invece un grande anfiteatro aperto affacciato a poppa: il luogo ideale per i momenti di intrattenimento degli ospiti soprattutto d’estate quando si può stare all’aria aperta anche di sera.

3) RISTORAZIONE

“Smeralda” propone un’offerta gastronomica davvero unica, con ben 16 opzioni ristorative, alcune comprese nel prezzo base della crociere mentre diversi sono i ristoranti di specialità a pagamento.

Nel prezzo base troviamo il buffet che è stato spostato dal ponte lido delle altre navi al ponte 8, questo priva così la possibilità di vedere il panorama marino durante i pasti, soluzione già sperimentata da MSC sulla classe “Seaside”.

Questo ambiente però non è in grado da solo di ospitare a pranzo tutti i 6.554 passeggeri di occupazione massima, quindi gli altri quattro ristoranti principali dedicati ai turni di cena vengono utilizzati anche a pranzo. La novità è che sono dotati di isole come il buffet e quindi a mezzogiorno diventano un bistrot informale.

Viene ripreso invece dalla sistership AIDAnova il ristorante dedicato alle famiglie con bambini che si trova al ponte 16 in corrispondenza della reception dell’area dedicata ai più piccoli.

Sparisce inoltre il ristorante club e al suo posto troviamo due ristoranti riservati uno agli ospiti delle suites e l’altro ai membri del club perla-diamante.

Ricordiamo che in tutti i ristoranti sono state tolte le tovaglie, quindi anche questa è una novità molto grossa votata ad un maggiore rispetto ambientale.

4) CENTRO BENESSERE

Su “Smerlada” non è stata riproposta la spa di tipo orientale “Samsara” per puntare ad un’area benessere di tipo mediterraneo dal nome “Solemio” per riproporre anche in questo campo il concetto di italianità. Inoltre non si trova più posizionata all’estrema prua ma ha trovato posto al ponte 16 dietro la piscina coperta dove un tempo si era abituati a trovare il buffet.

5) CABINE

Progettate dallo studio milanese Dordoni Architetti, ripercorrono i colori e le geometrie delle città di riferimento di ogni ponte, donando allo spazio interno luminosità e accoglienza.

La nuova categoria di camere con “terrazza sul mare” (anche queste riprese da AIDAnova) offre una splendida dependance dove fare colazione, sorseggiare un aperitivo o semplicemente godersi il rumore delle onde.

Le cabine passeggeri a bordo di “Smeralda” sono in tutto 2.612, di cui 28 suite, 106 camere con terrazza, 1.522 camere con balcone, 168 camere esterne e 788 camere interne.

Va sottolineato che vi è stato un grande miglioramento della funzionalità dell’area bagno eliminando le tendine dalle docce che ora sono chiuse con delle più funzionali vetrate.

Quest’ultime però hanno anche una finestratura parzialmente fumè che dà sulla zona letto che rende sicuramente più piccante il soggiorno in queste sistemazioni. Infine ricordiamo che sono stati eliminati i frigo-bar.

Queste erano le cinque maggiori innovazioni che troveranno a bordo i passeggeri di Costa Smeralda, le altre saranno da scoprire in prima persona viaggiando con questa grande ammiraglia che ad oggi è la quinta nave da crociera più grande al mondo.

Concludiamo con la sua scheda riepilogativa:

Consegna:                                          5 dicembre 2019

Cantiere:                                            Meyer Turku Oy (Finlandia)

Ente di Classifica:                              RINA

Bandiera:                                           Italiana

Lunghezza fuori tutto:                       337 m

Larghezza massima:                           42 m

Pescaggio:                                          8,95 m

Stazza lorda:                                      185.010 t.

Totale cabine passeggeri:                   2.612

Totale letti bassi:                                5.224

Totale passeggeri:                              6.554

Totale equipaggio:                             1.678

Massimo a bordo:                              8.200

Generazione elettrica:                        4 motori Caterpillar/MAK 16M46DF da 15440 kW ciascuno
Potenza installata:                              61,76 MW

Propulsione:                                       2 Azipod ABB da 18.500 kW ciascuno

Velocità di servizio:                           17 nodi

Eliche di manovra:                             4 da 3.500 kW

LNG (gas naturale liquefatto):          3.350 m³

MGO (marine gas oil):                       2.100 m³

GALLERIA