Lo scorso 5 ottobre anche il Moby Aki ha salutato per l’ultima volta il suo storico approdo che l’ha visto protagonista negli ultimi quindici anni circa, tra un assordante suono di sirene.

La nave ha raggiunto prima Livorno suo scalo abituale per l’ultima volta, per poi dirigersi verso la città di Genova dove attenderà la nuova proprietà assieme alla nave gemella Moby Wonder, già da qualche giorno in sosta nella città della Lanterna.

In questi giorni di sosta, sarà svuotato il magazzino con i ricambi ci quali probabilmente saranno stipati a bordo dei traghetti in attesa poi che vengano rimossi nomi e bandiera per inserire quelli nuovi.

Come anticipato, la compagnia italiana Moby  ha venduto i suoi due moderni cruise ferry Moby Wonder e Aki costruiti nel 2001 e nel 2005 alla compagnia danese DFDS. Una volta adeguati e rinnovati secondo gli standard del nuovo proprietario,  saranno impiegati sulla rotta tra Amsterdam (Olanda)  e Newcastle (Inghilterra),  quando entreranno in servizio all’inizio del 2020 assumeranno i nomi di Amsterdam Seaways e Newcastle Seaways.

Con la cessione improvvisa di queste due unità, chiamate dagli appassionati “cubi” per via della loro forma si chiude un epoca per la compagnia Moby, in attesa dei due moderni ed ecologici traghetti attesi a partire dal 2022.

Un dispiacere che sarà molto probabilmente dimenticato nel 2020, grazie all’arrivo dei due traghetti gemelli di seconda mano King e Princess Seaways, attualmente in servizio per la compagnia DFDS ma noleggiati a scafo nudo da Moby fino a febbraio 2020.