Presso lo stabilimento Fincantieri di Ancona si è svolta la cerimonia del varo di “Silver Moon”, la seconda di tre navi da crociera ultra-lusso che Fincantieri realizzerà per la società armatrice Silversea e che entrerà a far parte della flotta dell’armatore nel 2020.

Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, Manfredi Lefebvre d’Ovidio, Chairman di Silversea, e per Fincantieri Giovanni Stecconi, Direttore del cantiere. Madrina del varo è stata Roberta Bonisiol, dipendente del gruppo cantieristico.

Silver Moon” sarà gemella dell’ammiraglia “Silver Muse”, che ha preso il mare nel 2017, e di “Silver Dawn”, la cui consegna è prevista nel 2021, e avrà una lunghezza di 212 metri, 40.700 tonnellate di stazza lorda e la capacità di ospitare a bordo 596 passeggeri, conservando l’intimità della piccola unità e le spaziose cabine – tutte suite – che sono la cifra distintiva di Silversea.

> Reportage, a bordo di Silver Muse

Questa sarà la nona unità della flotta di Silversea e una volta operativa alzerà significativamente gli standard nel settore ultra-lusso con numerose migliorie dell’esperienza a bordo, per incontrare le esigenze senza compromessi in termini di comfort, servizi e qualità dei viaggiatori più competenti al mondo.

Tra le notazioni della nave, come per la gemella, spiccherà la “Green Star 3 Design”, assegnata alle unità provviste, sin dal loro progetto, di dotazioni che prevengono l’inquinamento dell’aria e del mare. Inoltre, di particolare rilievo saranno le notazioni “COMF-NOISE A PAX” e “COMF-NOISE B CREW”, assegnate sulla base dei livelli di rumore misurati nei vari locali della nave.

Leggi anche