Da qualche giorno, il relitto del traghetto Norman Atlantic ha lasciato il porto di Bari a rimorchio con destinazione Turchia, per quella che sarà l’ultima spiaggia?

foto: Carlo M | pazzoperilmare

La tragica fine

L’ultimo tragico viaggio del Norman Atlantic è datato 28 dicembre del 2014, traghetto Ro-pax di proprietà della compagnia di navigazione italiana Visemar di Navigazione, noleggiato alla compagnia greca Anek Lines per la quale operava sulle rotte tra Italia-Grecia e viceversa.

Come molti ricordano, durante la navigazione sulla tratta tra i porti di Igoumenitsa (Grecia) e Ancona (Italia) causa un terribile incendio divampato nel garage di bordo al ponte 4, la nave diventa ingovernabile, verrà abbandonata e soccorsa con difficoltà. L’incidente ha causato 9 vittime e ben 19 dispersi oltre a due ulteriori vittime facenti parte dell’equipaggio di uno dei rimorchiatori inviati sul posto in soccorso.

Ultima spiaggia o nuova vita?

Potrebbe non essere l’ultima spiaggia per il Norman Atlantic, Radio Banchina ipotizza che un qualche armatore greco possa acquistare a breve il relitto dal demolitore, riclassificarlo, riparare il traghetto per impiegarlo nuovamente. Tutto questo sarebbe possibile poiché la parte bassa del traghetto non ha subito danni, per intenderci la sala macchine non è stata coinvolta dall’incendio quindi in perfetto stato.

Non è il primo caso, in passato anche altri armatori hanno eseguito una simile operazione, l’episodio più recente è quello del traghetto BANASA-GALAXY-MOBY KISS.