Nei giorni scorsi Oasis of the Seas dopo essere giunta in cantiere alle Bahamas per un ciclo programmato di lavori di manutenzione, è stata centrata a poppa da una grande gru del cantiere provocando diversi danni e tanto spavento tra gli operai in cantiere.

Successivamente la piccola Grand Classica, nave da appena 52.000 tonnellate di stazza lorda, della compagnia Bahamas Paradise ha raggiunto il cantiere, per essere impiegata come Hotel temporaneo per l’equipaggio di Oasis of the Seas, circa 1200 unità. A causa del crollo della gru, la nave per sicurezza è stata evacuata, questo significa nessuna sistemazione utilizzabile per l’equipaggio a bordo, molti dei quali hanno dovuto anche lasciare i propri effetti personali.

In questo caso il piccolo Davide (Grand Classica) ha soccorso il grande Golia (Oasis of the Seas).

Purtroppo l’entità del danno subito è abbastanza ingente, la compagnia Royal Caribbean  si è vista costretta a cancellare le prossime tre partenze programmate di Oasis of the Seas, inclusa la crociera transatlantica di posizionamento in Europa. Nello specifico, le crociere cancellate sono quelle in partenza il 7, 14 e 21 aprile, queste prevedevano degli itinerari alla scoperta dei Caraibi orientali da Port Canaveral (Usa), un itinerario dei Caraibi occidentali da Port Canaveral e la crociera transatlantica diretta a Barcellona (Spagna). Tutti i passeggeri interessati riceveranno un rimborso totale oltre ad un credito omaggio per crociere future, inoltre previsti rimborsi anche per sostenere le spese di rinuncia o modifica dei biglietti aerei.

Oasis of the Seas lascerà nei prossimi giorni il cantiere Grand Bahama per dirigersi negli impianti di Cadice (Spagna) per essere riparata ed infine riprendere i suoi itinerari programmati a partire dal 5 maggio da Barcellona (Spagna).