In questi giorni l’ormai ex Carnival  Triumph è in cantiere a Cadice per essere trasformata in Carnival Sunrise. Questi lavori di ammodernamento sono così ingenti che la nave abbandonerà il suo nome originale per essere rinominata Carnival Sunrise, questi lunghi e costosi lavori di trasformazione dureranno 2 mesi e costeranno alla compagnia circa 200 milioni di dollari. I lavori di trasformazione che coinvolgeranno la Triumph fanno parte del programma milionario di potenziamento della flotta, che poco a poco sta rendendo attuali le unità più datate della flotta.

Una volta terminati i lavori, Carnival Sunrise sarà inaugurata e offrirà delle crociere di 7 giorni da Norfolk, in Virginia (Usa) a partire dal 29 aprile 2019, oltre ad un interessante programma estivo di  mini crociere combinabili da quattro a quattordici giorni da New York (Usa). Successivamente la nave si riposizionerà  a Fort Lauderdale per una stagione invernale di viaggi caraibici e bahamiani a partire dall’ottobre 2019, prima di tornare a New York nella primavera del 2020.

Per la compagnia, quando Carnival Sunrise farà ritorno negli Usa sarà considerata come una nuova unità e sarà tenuta a battesimo il prossimo 23 maggio a New York da Kelly Arison, figlia del presidente della Carnival Corporation. Di madre in figlia, poiché quando l’originale Triumph è entrata in servizio nel 1999 fu battezzata dalla madre di Kelly. Inoltre la nonna di Kelly, la signora Lin Arison, ha fatto da madrina all’unità gemella di Carnival Sunrise, ovvero Carnival Sunshine nel 2013.

La cerimonia di battesimo di Carnival Sunrise si svolgerà a bordo della nave ormeggiata presso il Terminal passeggeri di Manhattan e vedrà la compagnia sostenere economicamente un associazione di cui Kelly Arison è sostenitrice.