Hypatia de Alejandría, il primo traghetto alimentato con LNG del Mediterraneo di Baleària ha iniziato a navigare sulla rotta tra Barcellona e Palma (Spagna). Il traghetto ha raggiunto il porto di Barcellona domenica scorsa, proveniente da Venezia, nei pressi del Cantiere Navale Visentini, dove è stato costruito.

Prima della partenza, il presidente di Baleària, Adolfo Utor e la presidente del porto di Barcellona ​​Mercè Conesa, si sono scambiati dei crest per celebrare il primo approdo del traghetto Hypatia de Alejandria nel porto catalano,  che proprio come la compagnia di navigazione si sta attivamente impegnando a ridurre le emissioni nocive e promuovere l’uso del LNG.

Il traghetto Hypatia de Alejandria , è la prima nave alimentata da gas naturale liquefatto a navigare nel Mediterraneo, oltre ad essere un’importante pietra miliare per la storia della compagnia Baleària. Sarà seguito in pochi mesi dalla da un unità gemella che si chiamerà Marie Curie. La compagnia di navigazione ha investito 200 milioni di euro nella costruzione di queste due eco navi, veri esempi di innovazione e sostenibilità , poichè dotate di motori a doppia alimentazione con 20.600 kW di potenza.

Hypatia de Alejandría è la prima nave intelligente della compagnia con innovazioni tecnologiche per servire meglio i clienti e migliorare la loro esperienza a bordo. Tra le innovazioni spicca la digitalizzazione di tutte le insegne, l’accesso alle cabine senza fermarsi alla reception (con l’uso di un codice QR ricevuto dai clienti sui loro telefoni cellulari), un sistema di telecamere che è stato installato nella pet area (che consentirà ai passeggeri la possibilità di monitorare i propri amici a 4 zampe durante il viaggio sui loro smartphone), totem self-service nel bar e nel ristorante self-service (dove i passeggeri possono ordinare e ritirare i cibi tramite schermi digitali per evitare lunghe code ). Per quanto riguarda l’intrattenimento digitale offerto, la nave ora dispone di una piattaforma per contrattare i servizi Wi-Fi in modo che i passeggeri possano collegarsi alla televisione e ai contenuti dei film tramite i loro telefoni cellulari incluse le ultime novità, oltre a giochi e una selezione di libri e riviste . Questa piattaforma con contenuti digitali a-la-carte è accessibile anche dai televisori intelligenti nelle cabine. Hypatia de Alejandría è lungo 186,5 metri e ha una capacità di 800 persone, 2194 metri lineari di spazio di carico oltre a spazio per 166 veicoli. Per accogliere i passeggeri, dispone di tre aree salotto dotate di sedili reclinabili e 120 cabine in grado di ospitare un massimo di quattro persone, tutte dotate di bagno completo, aria condizionata, Wi-Fi, una smart TV e un digitale sistema di intrattenimento oltre a immancabili cabine per persone con mobilità ridotta. Completano la dotazione di bordo, un negozio, una caffetteria, un ristorante self-service e à la carte, oltre a vasche idromassaggio sul ponte esterno.

Un ultima curiosità sul nome scelto dalla compagnia per questa prima eco unità, il cui nome Hypatia de Alejandría rende omaggio all’insegnante e scienziata che ha offerto progressi senza pari in matematica e fisica. Anche altre navi della compagnia sono state battezzate con nomi di donne pioniere nei rispettivi settori, come parte dell’impegno per uno degli obiettivi di sviluppo sostenibile: uguaglianza e responsabilizzazione delle donne.

Dal 2012 Baleària lavora a progetti legati al gas naturale liquefatto, ha accordi strategici con Gas Natural Fenosa (con cui ha un contratto di fornitura LNG esclusivo di 10 anni), Rolls Royce e Wärtsilä (per costruire motori). Con questa ennesima eco mossa, Baleària si conferma  una compagnia pioniera nell’uso del gas naturale liquefatto nel Mar Mediterraneo.