Nei giorni scorsi per la prima volta due “Love Boat” ovvero navi della compagnia Princess Cruises si sono incontrate. Un incontro più unico che raro, poiché ad incontrarsi nello stesso porto di Phu My (Ho Chi Minh City) sono state Diamond e Sapphire.

A proposito di Sapphire Princess, è stata realizzata nel 2004 presso il cantiere giapponese di Nagasaki, in realtà al momento della costruzione la nave doveva chiamarsi Diamond Princess. Tuttavia durante la costruzione alcuni contrattempi hanno causato notevoli ritardi e vista la quasi contemporaneità di realizzazione anche di un unità gemella, Diamond è stata rinominata in Sapphire. Il cambio di nome è servito a far consegnare per tempo e secondo impegni contrattuali Diamond e successivamente nei tempi previsti Sapphire. Sapphire Princess al momento della sua entrata in servizio era tra le navi da crociera più grandi del mondo, forte di una stazza lorda di circa 116.000 tonnellate, lunga 290 metri, larga 37 metri ed in grado di accogliere al suo interno circa 2600 ospiti. Non a caso ricordate per essere tra le più grandi navi da crociera al mondo, oltre ad essere una ripetuta modificata della classe Grand di Princess Cruises.

Un incontro unico e raro caratterizzato inoltre dalla presenza di due comandanti italiani e fratelli tra loro. Il Comandante Paolo Ravera al timone di Sapphire Princess e suo fratello maggiore Comandante Stefano Ravera su Diamond Princess. Nei prossimi giorni si incontreranno nuovamente, poiché entrambe sono posizionate in Asia per la stagione invernale e nel porto di Singapore nello stesso giorno hanno movimentato qualcosa come oltre 5.000 passeggeri  al Marina Bay Cruise Center.

Nel giorno del primo rendez vous, Diamond ha salutato la gemella Sapphire a colpi di sirena. Una volta terminati questi incontri, Sapphire continuerà a navigare in Asia fino a marzo, per poi far rientro a   Southampton (Inghilterra) per una seconda stagione europea, non prima di partire da Singapore per una crociera di posizionamento lunga 37 notti. Nel frattempo, Diamond si prepara ad una sosta in bacino di carenaggio, successivamente all’inizio di febbraio, la nave effettuerà una crociera di posizionamento lunga 12 notti da Singapore scalando a Phu My, Nha Trang, Hong Kong, Taipei, Osaka e Shimizu (per il Monte Fuji) prima di arrivare a Yokohama il giorno di San Valentino. In Giappone resterà un anno, dagli home port di Yokohama e Kobe, offrirà 60 partenze per 40 itinerari unici, visitando 41 destinazioni in sette paesi.