Sono ormai trascorsi 7 anni da quel terribile venerdì 13 gennaio 2012, quando una crociera è diventata indimenticabile per tutti gli ospiti a bordo della nave da crociera Costa Concordia.

La tragica  vicenda vede il gigante del divertimento urtare gli scogli detti de “Le Scole” nei pressi dell’isola del Giglio. Un impatto molto violento che provocò un lungo squarcio di circa 70 metri sul lato sinistro dello scafo. La nave in piena emergenza concluse la sua navigazione nei pressi di Punta Gabbianara, dove sorprendentemente si adagiò in una sorta di scalino roccioso evitando un affondamento certo. Dei 4229 presenti a bordo (3.216 passeggeri e 1.013 membri dell’equipaggio), in 32 persero la vita e 157 rimasero feriti.

Per non dimenticare questa tragedia del mare, come accade da anni all’isola de Giglio, dove pronti abitanti del luogo hanno offerto il loro aiuto ai naufraghi e convissuto oltre due anni con il relitto della grande nave si sono svolte alcune celebrazioni. Quest’anno la comunità dell’Isola del Giglio ha omaggiato le vittime della Costa Concordia con una messa nella chiesa dei Santi Lorenzo e Mamiliano, seguita dalla cerimonia di deposizione dei fiori in mare oltre ad una processione serale sul molo con sirene e campane suonate alle ore 23:45. A distanza di 7 anni da questa terribile vicenda resta il ricordo di vite spezzate, in particolare il nostro pensiero oltre ai passeggeri deceduti è rivolto ai 5 membri dell’equipaggio che hanno perso la vita ed alle loro famiglie:

Erika Fani Soriamolina – crew member, waitress, Peru

Girolamo Giuseppe – staff musician, Italy

Russel Terence Rebello – crew member, waiter, India

Sandor Feher – Staff musician, Hungary

Tomas Alberto Costilla Mendoza –crew

Non vi dimenticheremo mai, RIP.