La pregiata Queen Elizabeth di Cunard Line ha lasciato a novembre 2018 il cantiere Damen di Brest (Francia) dopo aver terminato un ricco programma di manutenzione e rinnovo lungo dodici giorni.

Come numerosi appassionati ricordano, Queen Elizabeth è stata realizzata da Fincantieri, nello stabilimento di Monfalcone nel 2010, con le sue circa 90.400 tonnellate di stazza lorda e una lunghezza di circa 294 metri, all’epoca era la seconda nave più grande commissionata dalla società armatrice dopo Queen Mary 2, oltre ad essere una delle più grandi navi Panamax, ovvero in grado di attraversare le chiuse del canale di Panama.

Al suo arrivo a Brest (Francia), la QE è stata collocata nel bacino numero 3, uno dei più grandi in Europa grazie ai suoi 420 metri di lunghezza, per essere rapidamente sottoposta alla manutenzione ordinaria dei suoi stabilizzatori nonché sistema propulsivo e di manovra. Contemporaneamente, al di sopra della linea di galleggiamento le maestranze Damen hanno istallato due sistemi di pulizia dei gas di scarico (EGCS) che, insieme a tutti i lavori di tubazioni e canalizzazioni, hanno portato alla rimozione di due cabine per accogliere le apparecchiature aggiuntive. Tra gli altri interventi, sono stati realizzati nuovi spazi esterni, nuovi arredi, una rinnovata SPA ed infine anche le zone dedicate allo shopping completamente rinnovate.

A terra è stata eseguita la manutenzione ordinaria delle scialuppe, delle zattere di salvataggio oltre alla pulizia, tinteggiatura dello scafo e i lati superiori della nave. Il cantiere Damen informa che sono state circa 250 le persone impiegate contemporaneamente a rinnovare la QE, tra grandi volumi di materiale imbarcati e rifiuti da smaltire. Come molti ricordano, l’elegante Queen’s Grill situato al ponte 11 era diventato il centro nevralgico di questi lavori, letteralmente invaso da progetti, caschi protettivi ed attrezzi vari. Anche la sala da ballo Queens Room, elemento emblematico di questa unità ha cambiato musica, al posto del solito walzer un rumore assordante di macchine da cucire, dove abili artigiani hanno lavorato per cucire i nuovi rivestimenti di centinaia di sedute. Tutti i lavori sono stati completati un giorno prima e la QE ha fatto rientro nel porto di Southampton la mattina del 27 novembre 2018.

Ancora una volta il cantiere Damen Shiprepair di Brest (Francia) si conferma conveniente per le compagnie di navi da crociera che fanno base a Southampton (Inghilterra). Le due località distano tra le 10 e 12 ore di navigazione  e sono ottimamente collegate con traghetti e aerei. I due grandi bacini di carenaggio sono in grado di ospitare le navi più grandi oltre a disporre di  molto spazio per gli appaltatori per immagazzinare e accedere ai loro materiali e attrezzature. Forte di queste caratteristiche e con una forza lavoro esperta, non sorprende che Damen abbia prenotazioni per la riparazione e la manutenzione di navi da crociera fino a cinque anni prima.