Nei giorni scorsi la compagnia Estone Tallink, impegnata in diverse rotte nel Mar Baltico, ha firmato una lettera d’intenti con il cantiere navale finlandese Rauma Marine Constructions per realizzare un nuovo traghetto ecologico da inserire sulla tratta internazionale tra Tallinn (Estonia) e Helsinki (Finlandia).

La commessa ha un valore di circa 250 milioni di euro, il nuovo eco ferry sarà costruito nel cantiere di Rauma, potrà accogliere circa 2.800 passeggeri, consegna prevista nel 2021. Non è la prima volta che il gruppo armatoriale estone Tallink sceglie il cantiere finlandese di Rauma per realizzare dei traghetti, già in passato sono stati realizzati per la compagnia i stupendi traghetti Baltic Queen, Galaxy e Romantika solo per citarne alcuni.

Dopo l’arrivo nel 2017 dell’ecologico Megastar, unità lunga 212 metri,  in grado di trasportare 2800 passeggeri ad una  velocità di  27 nodi,  utilizzando LNG come combustibile, la flotta si arricchirà di una nuova moderna ed ecologica unità. La nuova unità, al momento nota con il nome di Shuttle sarà progettata per essere impiegata sulla rotta Tallinn-Helsinki, assieme al Megastar rispetterà le normative sulle emissioni attuali e future per l’ECA (Emission Control Area), nel Mar Baltico. Grazie all’impiego di LNG diminuiscono le emissioni di azoto e CO2 con zero particelle di fuliggine e Zolfo emesse nell’ambiente.

Per un unità ecologica che entrerà in flotta, un’altra potrebbe lasciare le fredde acque del Mar Baltico per dirigersi nel mite Mar Mediterraneo. Attualmente sulla rotta internazionale tra Finlandia ed Estonia sono impiegate due unità, il moderno e recente Megastar e la più anziana Star.

I riflettori sono puntati sull’unità Star, realizzata nel 2007 presso il cantiere finlandese Aker Finnyards è lunga 186 metri, larga 27 metri ed in grado di trasportare 1900 passeggeri, 450 veicoli e circa 1980 metri lineari per il carico rotabile. Le dimensioni compatte, la sua versatilità operativa e la necessità di solo qualche lavoro per aggiungervi cabine la rendono molto appetibile per alcune compagnie nostrane di giallo colorate…del resto come dice l’amico Alan Kay: Il miglior modo per predire il futuro è inventarlo.