Grazie all’invito di Home and Away Viaggi, agente esclusivo per l’Italia di Oceania Cruises, abbiamo potuto scoprire la piccola Sirena, una delle quattro navi della classe “R” del marchio upper premium americano. Ricordiamo che questa nave non è altro che l’ex R-4 della fallita Renaissance Cruises. Quest’ultima chiuse i battenti nel 2002 a seguito anche della crisi del mercato crocieristico seguita agli attentati dell’11 settembre 2001. Rilevata successivamente da Princess Cruises, questa lussuosa unità è entrata nella flotta di Oceania nel 2016 dopo un intenso refit da 40 milioni di dollari per adeguarla agli esigenti standard del nuovo brand di appartenenza.Questa piccola nave da crociera, soltanto 30.277 tonnellate di stazza lorda, è stata costruita nei Chantiers de l’Atlantique di Saint Nazaire come le altre 7 unità della classe iniziando la propria attività nel 1999. Le sue dimensioni contenute, 180,95 metri di lunghezza “fuori tutto” per 25,46 metri di larghezza con un pescaggio di solo 5,9 metri, le permettono di raggiungere in compenso porti inaccessibili a navi più grandi. Essendo nata come nave “premium” ha di conseguenza anche un numero non eccessivo di cabine, soltanto 342 in cui possono trovare dimora un totale di 710 passeggeri.

Abbiamo trascorso a Livorno una bella giornata a bordo di questa nave per approfondire lo stile “Oceania” delle vacanze sul mare. Il rapporto con i membri dell’equipaggio è di 1 a 2, il che fa immaginare quanto il passeggero sia curato e coccolato a bordo. Inoltre farà sicuramente piacere ad un ospite italiano incontrare diverso personale che parla la nostra lingua. A bordo delle navi di Oceania, oltre a membri dell’equipaggio italiani dell’area tecnica (ponte e macchina), ci sono diversi camerieri italiani che seguono alla sera principalmente i ristoranti dedicati alla nostra cultura culinaria e che di giorno operano tra i buffet e i bar.

Il focus principale di Oceania Cruises è l’aspetto eno-gastronomico dell’offerta di bordo: difficilmente si può mangiare cibo di questo livello su altre navi. L’organizzazione del “food and beverage” è ovviamente differente rispetto alle altre compagnie più conosciute.

Prima di tutto non ci sono i turni a cena, lo splendido ristorante principale è a seduta libera, quindi nessun vincolo di orario. Inoltre la nave dispone di due ristornati di specialità: quello asiatico (“Red ginger”), e quello italiano specializzato anche in carni di alta qualità (“Tuscan steak”).

Quest’ultimo è sicuramente quello che un crocierista nostrano dovrebbe apprezzare di più visto che si mangia “vero” cibo italiano di alta qualità con menù scritto nella nostra lingua. Ma “qualità” è la parola che più si adatta alla ristorazione di Oceania, la carne e il pesce sono della miglior scelta possibile, quindi una vera delizia per il palato. Vi chiederete quanto costano questo ristoranti: la risposta è nulla! Infatti i ristornanti di specialità sono compresi nel prezzo della crociera.Sono a riservazione ed ad ogni ospite è garantita almeno una cena in ognuno di questi “paradisi per il palato” nel corso della crociera. Inoltre Oceania avendo ospiti di tutte le nazionalità concepisce i menù in modo che l’ospite possa scegliere di ordinare all’americana, cioè nella sequenza antipasto, piatto principale (abbondante) e dolce o anche nella sequenza nostrana, cioè antipasto, primo piatto, secondo piatto e dolce. Inoltre si può scegliere la dimensione delle portate, cioè abbondante, normale o mezza porzione.

Il pranzo invece è servito a buffet, abbinato anche al grill che si trova all’esterno. Anche qui la qualità dei cibi è molto elevata e c’è anche la possibilità di pranzare sulla pittoresca terrazza poppiera con lo splendido panorama che solo una nave può dare. Vi può bastare? Invece no, c’è anche il rituale “te del pomeriggio” servito nel salone panoramico a prua: il must sicuramente di questo rito è la ricchezza dei pasticcini, biscotti e dolci a disposizione degli ospiti. Ricordiamo inoltre che tutte le bevande non alcoliche sono incluse nel prezzo, quindi sono davvero pochi gli extra spendibili a bordo.L’ideatore dell’arte culinaria di Oceania è l’Executive Culinary Director Jacques Pépin, rinomato Master Chef che imbarca a bordo delle navi della compagnia in occasione di crociere particolari che ovviamente sono richiestissime dai repeters di questo brand.

Cosa dire invece della vita di bordo? Scordatevi la confusione delle navi mass market. Nonostante si tratti di una nave di lusso a bordo non c’è nessun dress code, quindi nessuna serata di gala e tutti sono liberi di vestirsi come meglio si crede. Per quanto riguarda l’animazione, ogni sera vi è uno spettacolo nel teatro (a turno unico) e nel salone panoramico prodiero c’è prima musica dal vivo e poi a tarda serata si passa alla musica da discoteca.

Anche gli itinerari sono molto curati con soste lunghe nei porti da mattina a sera (mediamente 10-12 ore), con escursioni organizzate di alto livello culturale; inoltre Oceania propone spesso nelle destinazioni top anche l’overnight per godersi i luoghi visitati con l’affascinante atmosfera notturna.

Abbiamo approfittato di quest’occasione per fare quattro chiacchiere con Alberto Bolognesi, titolare dell’agenzia organizzatrice dell’evento: «Home and Away nasce con il nuovo secolo a Pavia.

I partner commerciali ci definiscono un’agenzia viaggi atipica, unica e probabilmente lo siamo; lavoriamo molto sulla costruzione di viaggi a pacchetto e siamo scrupolosamente attenti alle esigenze dei clienti, consigliando al meglio la nostra clientela alla quale mettiamo a disposizione tutta la nostra pluriennale  esperienza.

Da diversi anni siamo specializzati nel settore crocieristico premium e collaboriamo direttamente con molti dei principali partner internazionali del settore con reciproca soddisfazione.  

E’ una passione innanzitutto che da accanito crocerista, riesco insieme a mia moglie Nancy che collabora alla vendita del prodotto, a trasferire ai nostri clienti. Ora Oceania Cruises ha scelto noi come unico partner per rappresentare in Italia il proprio brand a partire da marzo 2018.Ne é nato un rapporto di reciproca stima che ha iniziato subito a dare i suoi frutti. Attraverso i nostri canali social “Oceania Cruises ITA” e il gruppo Facebook “Mondo crociere”, stiamo facendo conoscere alla clientela ed agli agenti di viaggio italiani l’elegante prodotto upper premium di Oceania.

Siamo a disposizione sia di clienti privati che desiderino programmare la propria crociera con noi, sia di agenti di viaggio che necessitino di un’intermediazione competente. Godiamo spesso di tariffe speciali e benefits superiori alle prenotazioni online, organizziamo webinar ed effettuiamo “ship visit” a bordo delle navi della flotta che toccano il territorio italiano durante l’anno.

Abbiamo inoltre a disposizione tutti i prestigiosi cataloghi del brand, compresa le brochure del giro del mondo e del calendario partenze in lingua italiana che vi invitiamo a richiederci. A fine Agosto saremo a bordo di Regatta per un’indimenticabile crociera in Alaska che non mancheremo di documentare dettagliatamente sui social, non mancate, mi raccomando!»