Appuntamento con la storia navale centrato,  nei giorni scorsi sono stato a bordo di Symphony of the Seas della compagnia Royal Caribbean, la nave da crociera più grande del mondo, per una esclusiva 2 giorni dedicata alla stampa di settore, in navigazione dalle spagnole Malaga a Barcellona.

La missione è iniziata con un giorno d’anticipo rispetto alla partenza della nave causa esigenze logistiche, prevista per il 27 marzo dal porto della bella e moresca Malaga (Spagna). Non appena svegliatomi in albergo, il primo pensiero è stato quello di affacciarmi per cercare d’intravedere la grande ed imponente Symphony of the Seas in porto.

Emozionato al punto giusto, poiché non capita tutti i giorni di inaugurare la nave da crociera più grande del mondo, per ora…almeno fino alla prossima quinta nave della classe Oasis attesa nel 2021. I vertici Royal Caribbean hanno anticipato che quest’ultima, secondo tradizione ormai consueta, sarà un gradino più grande di Symphony.

Rapidissimo il check-in anche per chi come me non è riuscito ad effettuarlo sul web, un infinità di banchi disponibili consentono in appena 10 minuti di essere a bordo, non prima di un ingresso ad effetto wow nella grande Royal Promenade. L’orologio segna le 10.51 ed io ho già preso possesso della mia cabina, giusto il tempo di condividere qualche scatto via social con voi tutti e poi di corsa nella sala stampa, ponte 15 poppa,  per la registrazione, ricevere il programma di questa mini maratona ed infine esplorare in lungo (361 metri) ed in largo (47 metri) la grande Symphony.

Dove iniziare? Dalle cabine dimostrative aperte fino alle 16 del pomeriggio, il tempo di salire fino al ponte 17 ed eccomi dentro la grande novità di Symphony, la Ultimate Family Suite. Trattasi di una suite dedicata alle famiglie, dagli arredi colorati e moderni, ampia qualcosa come 125 metri quadri si sviluppa su due ponti ed in grado di accogliere 8 persone. Non manca un maggiordomo personale sempre disponibile oltre a servizi quali un ampia terrazza che circonda la suite, una vasca idromassaggio ed uno scivolo che dalla camera da letto dei bimbi conduce al salotto sottostante. Il resto del pomeriggio lo trascorro esplorando le altre numerose tipologie di cabine disponibili, tutte ben arredate e dai colori pastello sobri, dotate di cabine docce in simil cristallo molto eleganti.

Libero da impegni istituzionali e dopo una ricca cena presso il ristorante principale, ammiro un gradito spettacolo di fuochi d’artificio che saluta la partenza serale di Symphony dalla città di Malaga (Spagna), prua verso Barcellona ed io sono pronto per una full immersion notturna.

L’indomani sveglia presto, conferenza stampa con il Presidente  Michael Bayley in un freddissimo Studio B e poi alla scoperta di altre novità di Symphony che ho apprezzato, come il nuovo aspetto del solarium di prua, ampio tre ponti (dal 14 al 16), dove è possibile poter ammirare il gigante dalle alette laterali situate sopra al ponte di comando, dispone di numerose vasche idromassaggio e piscine. Sempre in questa zona è stato realizzato un nuovo ristorante di specialità, il Seafood Hooked, luogo perfetto dove poter gustare piatti a base di pesce in un ambiente giovane con un panorama unico. Pressoché invariato il Central Park, con le sue oltre 12.000 piante vere ed il caratteristico mormorio naturale di sottofondo. Tra una conferenza stampa ed altro eccomi qualche ponte più in basso a scoprire un’altra novità, il Playmakers Sports Bar, situato alla fine del Boardwalk, punto di ritrovo per tutti gli appassionati di sport, disponibili 31 grandi schermi per assistere ai migliori eventi sportivi mondiali. Per chi avesse voglia di uno spuntino in pieno stile americano, non mancano appetitosi hamburger e birre artigianali ed altro, vi assicuro molto buoni.

Dopo pranzo sono impaziente in fila pronto ad accedere al ponte di comando di Symphony of the Seas, lungo ben 57 metri da un estremità all’altra, impressionante ed affascinante. Il Comandante Rob Hempstead, illustra il funzionamento di alcuni strumenti di bordo e poi approfitto della sua disponibilità per un selfie ricordo.

Anche questo mio ultimo giorno volge quasi al termine con l’arrivo della notte. Il resto di Symphony of the Seas va scoperto a bordo, una nave che ha tantissimo da offrire ai suoi ospiti, intrattenimento unico, come gli spettacoli realizzati presso l’anfiteatro Acqua Theater, di giorno piscina, la sera palcoscenico per acrobazie e coreografie acquatiche. Numerosi locali notturni pronti a soddisfare ogni preferenza per divertirsi fino alle prime luci dell’alba. Molteplici attività acquatiche e sportive da provare, come la Zip Line, il simulatore Flow Rider e lo scivolo Ultimate Abyss, il più alto mai realizzato a bordo di una nave da crociera. Anche una semplice passeggiata presso la Royal Promenade  è ricca di spunti come la possibilità di osservare la preparazione di cocktail dal Bionic Bar.

Due giorni intensi, ma estremamente soddisfacenti hanno permesso di scoprire dal vivo Symphony of the Seas, la nuovissima nave da crociera più grande del mondo della compagnia Royal Caribbean, entrata in servizio scorso 23 marzo 2018, assieme a colleghi blogger, giornalisti e PR che hanno reso piacevole ed allegra questa mia esperienza.

Galleria