Piove sul bagnato nel porto di Arbatax (Nuoro), la scorsa notte un black-out elettrico ha reso il porto non sicuro, per cui la nave della Tirrenia Bithia non ha potuto effettuare l’attracco programmato.

Gli ignari passeggeri hanno atteso l’arrivo del traghetto per ore, sotto la pioggia e senza possibilità di ripararsi presso una struttura adiacente. Solo quando il traghetto ha fatto dietro front è scattata l’ira dei passeggeri che si sono riversati presso l’agenzia locale della compagnia per avere maggiori info.

Polemiche e frecciatine via social non si sono risparmiate, non è possibile che un porto resti al buio per ore e non venga fornita alcuna informazione oltre che assistenza ai passeggeri. Secondo Radio Banchina la scarsa illuminazione della zona d’ormeggio ha provocato il rifiuto da parte degli ormeggiatori di compiere il proprio lavoro in tutta sicurezza. La sicurezza viene prima di tutto.

Se in altri paesi tale episodio può sembrare fuori ogni logica, in Italia rientra nella norma, un black-out impedisce ad un traghetto di attraccare in porto, i passeggeri vengono abbandonati a se stessi e poi costretti a partire il giorno successivo su di altra nave. Purtroppo nel 2017 in Italia un semplice viaggio in traghetto diventa un viaggio della speranza, con la speranza che si riesca a giungere a destinazione senza imprevisti.