Pullmantur Cruceros (società attualmente partecipata al 51% dal fondo Springwater Capital e al 49% dal gruppo Royal Caribbean) è il marchio di riferimento per il mercato crocieristico spagnolo. Oggi questo brand opera con quattro navi tutte provenienti dalla galassia del colosso statunitense delle crociere (che ha ceduto lo scorso anno la maggioranza della società mantenendo però la gestione tecnica delle navi). Il focus di questo marchio è ovviamente il mercato neolatino: parliamo quindi della Spagna ma anche del Sudamerica dove la metà della popolazione del continente parla lo spagnolo.Abbiamo potuto visitare a Trieste l’Horizon, una delle due navi più piccole di Pullmatur, per farci un’idea di com’è l’esperienza di viaggio con questa compagnia non tanto conosciuta nel nostro Paese. Si tratta di una nave storica: infatti è stata la prima nuova costruzione di Celebrity Cruises. Realizzata da Meyer Werft nel suo celebre stabilimento di Papenburg, è entrata in servizio nel 1990. Lasciata la flotta Celebrity nel 2005, prima ha preso il nome di Island Star e poi quello di Pacific Dream per poi riprendere a navigare con il suo nome originale di Horizon però questa volta con i colori di Pullmantur.

Ha una stazza lorda di 47.427 tonnellate, è lunga “fuori tutto” 207,6 metri e larga al galleggiamento 29,32. E’ in grado di ospitare in 721 cabine un massimo di 1.828 passeggeri (inclusi quindi i terzi/quarti letti). Essendo stata sottoposta alla manutenzione ordinaria la scorsa primavera, i suoi interni si presentano in ottimo stato con praticamente tutte le moquette sostituite. Inoltre anche le sue spaziose cabine sono state aggiornate ed è stata inoltre creata un’aerea vip per gli ospiti delle suites al ponte 8.

L’offerta Pullmantur si basa sul concetto del “tutto compreso”. Infatti nel prezzo della crociera è compreso il consumo illimitato a bordo di bibite analcoliche (ad esempio la Coca Cola e la Sprite) e di alcolici (vino e birra) in bicchiere: una caratteristica che rende molto appetibile questa compagnia. Se invece si desidera una lattina di un soft drink o un cocktail i prezzi variano da un Euro a tre per singola consumazione. L’atmosfera a bordo è molto informale e la nave è popolata da molti giovani (soprattutto di nazionalità spagnola) visti i prezzi molto competitivi. Non manca però la serata di gala che si svolge mediamente una sera per ogni crociera di 7 notti.

La cena come al solito è divisa in due turni e lo stesso vale per gli spettacoli nel teatro principale. Il buffet è molto vario ed è concepito per soddisfare gli appetiti dei passeggeri di qualunque nazionalità. Le pietanze sono basate sulla cucina internazionale includendo però anche specialità tipiche della cucina italiana e spagnola. Va inoltre fatta una citazione per la qualità eccellente delle pietanze del grill sulla terrazza poppiera esterna (anche questo sempre incluso nel prezzo della crociera).

L’itinerario di 7 notti che vede il capoluogo giuliano come uno dei due porti d’imbarco è il seguente: Pireo, Corfù, Cattaro, Ragusa, Zara, Venezia, Trieste. Sono previste ancora due partenze a fine agosto, il 20 e il 27, la prima da Atene e la seconda dal terminal triestino. Visto il tutto esaurito delle precedenti toccate, l’anno prossimo la compagnia spagnola incrementerà le partenze da Trieste con la speranza di avere anche ospiti italiani a bordo (ricordiamo che TTP nel 2018 sarà orfana delle navi di Costa Crociere). Ricordiamo che tra l’equipaggio ci sono diverse persone che parlano la nostra lingua e per policy aziendale Pullmantur garantisce l’assistenza completa in una lingua quando gli ospiti di quella nazionalità sono almeno 100 per singola partenza. Il che vuol dire annunci, menù e today nella propria lingua: questo è accaduto spesso proprio sull’Horizon con l’italiano durante la scorsa stagione alle Canarie. Infatti si sono avuti sino a 150 passeggeri italiani in una singola crociera su un itinerario che Costa ed MSC non fanno più e che invece i nostri connazionali apprezzano molto

Gallery