Ultima nave della classe detta “Radiance” è stata consegnata alla compagnia dal cantiere tedesco Meyer Werft nel 2004, sono numerosi gli ospiti mondiali che ogni anno hanno apprezzano le sue doti. A prescindere se vi abbiate navigato o meno, scopriamo cosa rende speciale questa classe di navi di Royal Caribbean.  Da maggio ad ottobre  2017 l’home port esclusivo della nave sarà il porto di Civitavecchia. In primavera ed autunno offrirà crociere di 9 notti verso la Grecia, mentre durante l’estate alternerà itinerari di 7 notti verso il Mediterraneo Occidentale e quello Orientale.

A bordo di Jewel of the Seas possono essere accolti fino ad un massimo di 2500 passeggeri, in comode cabine di varia tipologia assistiti da circa 850 membri di equipaggio. I recenti lavori di refitting cui è stata sottoposta, hanno migliorato ulteriormente una nave già perfetta. Al fine di offrire un prodotto in linea con le recenti navi del gruppo,  in Royal hanno aggiunto dei ristoranti di specialità, rinnovato il centro benessere, l’area negozi e molto altro. Istallato anche un modernissimo mega schermo nei pressi della piscina principale ed esteso a tutta la nave la connessione internet veloce per gli amati dei social che desiderano restare sempre in contatto. Se le navi moderne sono sempre più chiuse, qui è disponibile un interessante passeggiata con vista mare, in pochi minuti consente di raggiungere la prua o la poppa della nave, per ammirare degli arrivi o partenze da una posizione privilegiata.

La parte migliore della nave è situata poco più avanti della piscina centrale, una stupenda zona lido coperta accoglierà il crocierista che sceglierà Jewel of The Seas, dove è possibile rilassarsi, fare un tuffo rinfrescante in piscina o semplicemente godersi una bella sessione di idromassaggio, a prescindere dalle condizioni meteo esterne.

Progettata per navigare intorno al mondo 

Quando i progettisti di Royal Caribbean idearono la “classe di navi Radiance” di cui Jewel è l’ultima ripetuta, le definirono come una nuova generazione di navi mondiali, poiché destinate a navigare intorno al mondo. 90.000 tonnellate di stazza lorda, costruite per essere flessibili e navigare comodamente dall’Alaska al Pacifico, dalle Hawaii fino al Canale di Panama passando per i Caraibi.

Questa classe di navi, ha una buona manovrabilità grazie agli Azipod, dei potenti propulsori di prua uniti ad un sistema di posizionamento dinamico che utilizza il navigatore GPS consentono alla nave di mantenere la posizione migliore. L’abbondanza di superfici vetrate, verande, pareti di vetro lungo l’atrio e gli ascensori con vetri trasparenti che affacciano sul mare erano tutti elementi introdotti per favorire una relazione tra l’interno della nave e il paesaggio esterno.

Include dei servizi della precedente classe Voyager 

La prima nave della classe Radiance, ha debuttato qualche anno dopo le prime navi della classe Voyager ereditando nuove funzionalità riguardanti l’intrattenimento, la ristorazione ed altre funzionalità della classe Vision. Per i manager dell’epoca la classe di navi Radiance doveva essere elegante, avere un design esterno nuovo, inedito, per essere più di mega-yacht e meno di una ingombrante mega nave.

Nuovo design del Viking Crown Lounge 

Royal Caribbean ha trasformato il suo emblema nell’ambiente di bordo definito Viking Crown Lounge. Originariamente creato nel 1970 per la nave Song of Norway è diventato così popolare che continua ad essere un elemento fondamentale del design delle navi  Royal Caribbean. Nel corso degli anni, le navi sono cresciute in dimensioni, anche il Viking Crown Lounge è cresciuto.

Ripreso con le navi di classe Vision nel 1995 la sua posizione si è spostata sotto al fumaiolo, con ampi spazi ed una panoramica visuale quasi a 360 gradi. A bordo delle navi di classe Radiance c’è un bel Viking Crown Lounge, locale che in altre navi della flotta è diventato un interessante luogo di intrattenimento, di incontro dove poter gustare un drink e molto altro.

GTV 

Avete mai notato in alcuni scatti di qualche anno addietro, le grandi iniziali GTV dipinte su entrambi i lati della poppa di Jewel of the Seas? Le iniziali indicano che la nave ha una turbina a gas, un approccio ecologico alla propulsione navale. Le navi di classe Radiance sono state le prime navi della flotta Royal Caribbean Cogas (combined gas and steam) che si basa sull’utilizzo di turbine a gas e a vapore. A bordo è presente anche un generatore diesel per una potenza totale di circa 78.000 cavalli che spingono la nave fino ad una velocità di 25 nodi, una velocità di gran lunga superiore rispetto alle navi attuali. Grazie a questo schema propulsivo, la nave è più silenziosa,  vi sono minori vibrazioni ed è più ecologica.

Tavoli da biliardo auto-livellanti 

Collocati al ponte 6 nei pressi del salone poppiero, gli ospiti troveranno un paio di tavoli da biliardo auto-livellati. Grazie all’impiego di un giroscopio motorizzato, contrasta i movimenti della nave per mantenere il piano di gioco il più livellato possibile e senza inclinazioni. Per la modica cifra di 90.000 dollari cadauno, Royal Caribbean ha voluto offrire ai suoi ospiti un innovazione all’avanguardia.