Sempre più destinazione Cuba per la rinnovata Empress of the Seas di Royal Caribbean International, sono previsti itinerari di 4 e 5 notti in partenza da L’Avana  da gennaio 2018 a marzo 2019, per un totale di 58  viaggi. Più della metà degli itinerari prevede una sosta prolungata di 1 giornata all’Avana.

Ha commentato Michael Bayley, Presidente Royal Caribbean International: “Da quando è arrivata a Cuba per la prima volta il mese scorso, abbiamo assistito ad un grande entusiasmo dei nostri ospiti per la nave e soprattutto per l’isola, i suoi abitanti, la sua architettura, la sua cucina e la sua musica. Questo entusiasmo ci ha convinti a prolungare la stagione cubana di Empress of the Seas. La reazione positiva alle nostre escursioni a Cuba è molto incoraggiante e siamo entusiasti di espandere il numero di tragitti per i nostri itinerari del 2018-2019.

Per la stagione estiva 2018, Empress of the Seas tornerà ad essere posizionata a Tampa, dove offrirà una serie di crociere brevi di 4 e 5 notti con soste a Key West (Florida), Cozumel (Messico) e naturalmente L’Avana (Cuba). La nave sarà poi riposizionata a Port Everglades, in Florida, per la stagione invernale 2018/2019 dove offrirà itinerari brevi nella regione caraibica. A partire dal prossimo 4 novembre, infine, la nave  tornerà a Miami  ed i suoi itinerari si arricchiranno degli scali all’isola privata Royal di CocoCay e  di Nassau, alle Bahamas.

Speciali escursioni a terra e non solo, l’offerta di Empress of the Seas prevede a bordo numerose proposte a tema: dai cortaditos cubani disponibili nei bar della nave, alla musica salsa ed ancora ai balli a tema e alle numerose feste, iniziative studiate con l’intento di portare lo spirito dell’isola a bordo per tutta la durata del viaggio. Dopo qualche anno con i colori della flotta Pullmantur e dopo un primo refit nei cantieri spagnoli di Cadice, con le sue 46.563 tonnellate di stazza lorda ed una capacità di 1.602 passeggeri, Empress of the Seas è tornata a far parte del brand Royal Caribbean International nel corso del 2016. Lo scorso maggio ha subito un nuovo restyling generale presso il bacino di carenaggio di Freeport (Bahamas).