Majestic Princess, è la prima nave concepita per il mercato cinese realizzata da Fincantieri. Commissionata da Princess Cruises, è stata realizzata dallo stabilimento di Monfalcone con il numero di costruzione 6232.

Partendo dal prototipo “Royal”, diverse sono le modifiche fatta per adeguarla ai desideri dei crocieristi dagli occhi a mandorla. Vediamo di elencare i principali:

– la piscina per adulti è stata sostituita con una al coperto visto che i cinesi non amano molto prendere il sole.

– le profondità di tutte le piscine sono state ridotte per adeguarle all’altezza media inferiore delle popolazioni orientali.

– il casinò è stato ingrandito occupando con i tavoli vip l’area dove sulle navi precedenti della medesima classe si trovava la discoteca (su questa nave si balla fino a tarda notte nell’affascinante cornice della piscina al coperto).

– l’area del relax all’aperto all’estrema prua (il famoso “Sancturay”) è stata sostituita da un’area “zen” al coperto.

– l’area shopping è stata sensibilmente aumentata con nuovi negozi al ponte 6 e nell’atrio.

– le sale massaggi del centro benessere sono state ridotte per far posto alle salette dedicate al karaoke.

– il ristorante italiano è stato sostituito con quello cinese, mentre nell’atrio è stato aggiunto quello francese.

Vediamo ora invece i suoi “numeri”: ha una stazza lorda di 144.216 tonnellate, è lunga “fuori tutto” 330,1 metri e larga al galleggiamento 38,4 metri. La generazione elettrica è garantita da 2 motori diesel Wärtsilä 12V46F e 2 14V46F per una potenza complessiva di 62.400 kw.

La propulsione invece è garantita da due motori elettrici SAM Electronics da 18 MW che le permettono di raggiungere una velocità massima di 23 nodi (circa 42 Km/h). E’ in grado di ospitare a bordo un massimo di 4.250 passeggeri in 1.780 cabine inclusi i terzi/quarti letti, mentre l’equipaggio è di 1.350 persone.

Il punto forte di questa nave e di Princess Cruises in generale è l’eccellente qualità dei servizi offerti a bordo. Essendo un brand premium, sia l’aspetto culinario che l’intrattenimento è di altissimo livello. Il prezzo della crociera offre diverse opzioni di ristorazione senza supplemento. Vediamo di citarne lacune: in primis il grande buffet al ponte 16 è aperto ininterrottamente dalle 5.30 di mattina alle 23 con una rotazione incredibile dei cibi a disposizione nel corso della giornata. Ci sono sia primi piatti di tradizione italiana, che carne e pesce di ottima qualità, senza dimenticare le isole etniche che soddisferanno gli amanti delle culture culinarie di mezzo mondo. Una citazione a parte va fatta all’enorme sezione dei dolci che probabilmente non ce né pari su altre compagnie.

Inoltre qui sono a disposizione gratuitamente tutti i soft drinks, compresa la buonissima limonata. Attorno la piscina centrale invece troviamo lo stand dei gelati e quello degli hamburger e patatine fritte che sono disponibili per la gran parte della giornata. Gli ospiti possono inoltre godere dei dolci e dei panini del bar dell’atrio aperto 24 ore su 24 e sempre nel cuore della nave troviamo altre due opzioni culinarie gratuite: il ristorante francese (a pagamento solo alla sera) e la pizzeria “Alfredo”.

Aperta da pranzo a tarda sera permette di provare un ampio numero di pizze di altissima qualità e una selezione di piatti della cucina italiana. Infine ci sono a disposizione tre ristoranti principali; ai passeggeri è offerta la possibilità di cenare nei classici due turni oppure all’ orario preferito con prenotazione.

Anche l’intrattenimento merita una citazione speciale: gli spettacoli a teatro sono molto avvincenti e quelli musicali prevedono anche la band che suona dal vivo. Inoltre, nell’atrio, negli altri saloni e a bordo piscina ci sono diverse esibizioni tutte rigorosamente “live” per gli amanti di tutti i generi musicali. 

La breve stagione europea impegnerà la nave nel corso della primavera con crociere da 7 a 28 giorni. I porti d’imbarco sono Civitavecchia, Barcellona e il Pireo. Successivamente partirà la crociera di trasferimento verso Shanghai di 56 giorni (prenotabile anche a tratte) che è aperta alle vendite anche ai turisti occidentali. Una volta giunta in Cina invece le crociere saranno in vendita solo ai clienti orientali. 

Anche se ideata per un altro mercato, le modifiche fatte hanno reso “Majestic” una nave molta più bella delle sue “sorelle” minori e molto appetibile anche per i crocieristi europei ed italiani in particolare. Infatti lo storico master chef di Princess Cruises è Alfredo Marzi che ha portato in dote alle navi di “Love Boat” la cultura culinaria nostrana.  

Inoltre l’intero staff del ponte per lo start-up di “Majestic” è italiano, a partire dal Comandante triestino Dino Sagani, senza dimenticare il Comandante in seconda Tony Ruggero e il Safety Officer Michele Bientinesi. 

Chi è interessato a provare questa magnifica nave può contattare Gioco Viaggi, l’agente italiano di Princess Cruises: l’ultimo imbarco “italiano” è previsto per il 21 maggio a Civitavecchia.

Vedi anche > RECENSIONE > Regal Princess

A bordo della Majestic Princess - recensione, foto e valutazioni
9.4Overall Score
Vita di bordo10
Interni nave10
Cabine9
Ristorazione9
Centro Spa9
0
Reader Rating 1 Vote
9.0