Il 2017 sarà l’anno dell’arrivo in flotta per Corsica Sardinia Ferries di una stupenda e moderna nave gialla:Pascal Lota.

La nuova unità attesa si chiamerà Pascal Lota, dedicata al patron e fondatore della compagnia delle navi gialle recentemente scomparso. L’ampia offerta di rotte e servizi offerti dalla compagnia sarà impreziosita ulteriormente da interessanti novità rispetto alla stagione precedente, forte anche dell’ingresso di questa ulteriore moderna nave. Ipotizziamo che l’unità Pascal Lota incrementi le rotte con destinazione Corsica, grazie alla sua velocità massima di 28 nodi, è possibile supporre degli ipotetici tempi di traversata ridotti, rispetto agli attuali per raggiungere da Nizza (Francia) la città Ajaccio in 5 ore e 30 minuti per corse diurne e la città di Bastia in sole 5 ore .

Ultima nave della classe di traghetti che gli appassionati hanno simpaticamente battezzato “cubi”, realizzati per la compagnia Moby. Rivisitata e con qualche caratteristica unica, come il fumaiolo disposto all’inverso è stata realizzata nel 2008 presso Fincantieri, stabilimento di Ancona. Al suo interno possono essere accolti 2080 passeggeri, 700 auto, dispone inoltre di 187 comode cabine.

La nave dal punto di vista tecnico, con prua corta e larga è figlia moderna di quel fenomeno progettuale di tanti traghetti del nord Europa realizzati negli anni ’80. Alla base del progetto costruttivo c’è l’intuizione di conferire alla nave la forma di un parallelepipedo, ottenendo in questo modo la stessa superficie utilizzabile dei ponti ma con dimensioni esterne ridotte. Considerando che la lunghezza è uno di quei parametri fondamentali che determina il costo della nave, questa idea progettuale di riempire o chiudere il volume nelle minori dimensioni esterne possibili ebbe notevole successo economico al punto da essersi sviluppata e mantenuta fino ai giorni nostri. Un ulteriore vantaggio conferito da una pianta rettangolare dei ponti, è quello di utilizzare-sfruttare in modo semplice ogni spazio disponibile. Tale principio costruttivo risulta ancora oggi quello maggiormente adottato da tutte le navi che trasportano volume, come traghetti, navi da crociera, car carriers etc. Tuttavia per alcuni appassionati questa forma particolare da parallelepipedo o “cubo” come viene simpaticamente chiamata dagli appassionati conferisce un aspetto esterno con poco appeal.

Lecito supporre che prima della sua entrata in servizio, vengano effettuati dei piccoli lavori di adeguamento sugli interni per conformare la nave allo stile della compagnia. Dopo questi interventi la nave Pascal Lota si presenterà ai suoi passeggeri ricca di comfort, con luoghi di intrattenimento e ristoro come bar, ristoranti, aree gioco per i bambini facendone una moderna nave, ideale per trascorrere una traversata ed in grado di soddisfare anche il cliente più esigente. In attesa di poterla ammirare navigare nel mar mediterraneo, con la sua livrea gialla e la testa di moro possiamo osservare qualche scatto dei suoi moderni interni attuali.