Le cabine con balcone hanno un richiamo unico, una volta provate, pare sia difficile dimenticarle. Odore di mare, possibilità di colazione con un panorama diverso ogni giorno e vista speciale sul mondo sono sempre incluse. Tuttavia a bordo non siamo soli, per cui bisogna stare attenti a come comportarsi in una cabina con balcone per evitare spiacevoli situazioni.

Ecco dieci cose da NON fare assolutamente in una cabina con balcone:

  1. Vietato fumare. Molte compagnie proibiscono di fumare nei balconi, altre invece non hanno ancora dei divieti. Sicuramente sarà rilassante per voi, ma i nostri vicini di cabina potrebbero non apprezzare il pessimo odore di fumo generato. A bordo è possibile fumare in apposite zone dedicate senza disturbare nessuno.
  2. No alla musica ad alto volume. La discoteca di sera, il lido per il giorno sono i luoghi dove è possibile lasciarsi andare con un sottofondo ad alto volume. Magari per noi può essere piacevole e non troppo alto il tono della musica, ma per i nostri vicini può arrecare fastidio. Infine non a tutti piace la nostra stessa musica.
  3. Niente sesso in balcone. Niente taboo, tutto è lecito purchè questa piacevole attività fisica resti qualcosa di intimo da praticare sotto le lenzuola. Le stelle, l’aria di mare, il buio fuori ispirano molti romantici, ma fare l’amore fuori al balcone è come farlo in pubblico. Peggio è pensare di volerlo fare addirittura sul parapetto del balcone. Non tutti potremmo essere fortunati come la coppia che ha provato questo brivido nel 2007. Ripescati dal mare al quanto spaventati ma sani.
  4. Nudismo. Avere uno spazio privato non vuol dire che si può uscire svestiti a prendere il sole. Essendo i balconi posti su più livelli, qualcuno molto vicino a noi potrebbe avere un’insolita visuale.
  5. Niente baccano. Il balcone è pagato per essere goduto. Ma uscire in piena notte come a prima mattina con voce alta potrebbe creare fastidio ai nostri vicini di balcone. Non tutti abbiamo gli stessi orari.
  6. Attenzione ad affacciarsi. L’incolumità personale prima di tutto. Non bisogna sporgersi troppo dal balcone né arrampicarsi sopra il parapetto per gesti insoliti. Maggiore attenzione per le famiglie con bambini al seguito.
  7. Non gettare niente in mare. Può essere tanta la tentazione di scrivere un messaggio in una bottiglia da lanciare in mare. Molte compagnie hanno regole severe e puniscono i trasgressori. Il mare va rispettato e lanciare oggetti dal balcone può essere pericoloso per gli altri passeggeri.
  8. Asciugare i vestiti. Nella doccia è sempre presente un filo che serve per appendere gli indumenti umidi o bagnati dopo un tuffo in piscina o una giornata di mare. Sicuramente potrebbe essere d’aiuto il tavolino e le sedie del balcone, ma dopo qualche ora di sole, resterebbero esposti all’umidità marina che di certo non aiuterà ad asciugarli. Nella peggiore delle ipotesi un colpo di vento potrebbe farli sparire per sempre, trasformando un costume da donna due pezzi in un solo pezzo, al quanto imbarazzante.
  9. Lasciare il balcone aperto. Non c’è niente di meglio dell’odore della brezza marina o l’incantevole suono delle onde che si infrangono sul fianco della nave. Tuttavia lasciando il balcone aperto si spreca tanta e preziosa energia che non aiuterà il sistema di condizionamento a mantenere la temperatura desiderata. Inoltre la contemporanea apertura di balcone e porta della cabina potrebbe generare un fastidioso colpo di vento che farà volare gli oggetti presenti in loco.
  10. Dimenticare luce esterna accesa. Una volta utilizzata la luce esterna e bene ricordarsi di spegnerla, per non sprecare energia preziosa e non disturbare i vicini di balcone dall’ammirare il cielo notturno stellato.