L’Italia si dice sia un Paese di Santi, di poeti e navigatori: certo è che nonostante i nostri avi abbiano viaggiato nei mari di tutto il mondo, oggi nello “stivale” la cultura marittima è poco radicata. Non molti conoscono l’importanza e il risvolto economico delle crociere da Nord a Sud visto che siamo la meta principale di tutte le crociere del Mediterraneo. Chi sta cercando di rimediare un po’ a questa lacuna è il programma televisivo “Mondo Crociera”; questo format è prodotto dalla G.T.O. 2000 di Milano, il cui titolare, nonché ideatore del programma, è Floriano Omoboni. Nasce a La Spezia 59 anni fa e nel corso della sua vita ha coltivato le sue grandi passioni, cioè lo sport e il mare.

MC1Com’è nata l’idea di Mondo Crociera?

Le crociere per anni erano inespresse, pochi le conoscevano; essendo nato in una città di mare come La Spezia, e con uno zio che lavorava per la Società Italia di Navigazione, ho coltivato fin da piccolo la cultura marittima. Ora produco format TV legati al mare e grazie al compianto dott. Spadoni di Livorno, ho proposto il mio progetto TV a MSC Crociere e ho trovato nella famiglia Aponte un grande aiuto; così nel 2005 è nato il primo format TV legato alle crociere, “MSC Magazine” che nel 2012 si è trasformato in “Mondo Crociera”.

Che ruolo ha tua figlia Greta nella conduzione?

Vogliamo rivolgerci anche a un pubblico giovane e quindi sfatare il falso mito della crociera come vacanza per anziani. La crociera è per tutti e con una giovane conduttrice alla guida del programma il ritmo è più dinamico, proprio come una vacanza in crociera, visto poi che la nostra trasmissione TV è in onda anche su TV dinamiche.

Ci può raccontare qualche aneddoto particolare riguardante la registrazione di qualcuna delle puntate?

Dopo dieci anni di crociere, gli aneddoti sono tanti, potrei scrivere un libro sull’argomento oltre che fare trasmissioni TV! Il ricordo più bello però è legato al battesimo di MSC Musica che si è tenuto a Venezia il 29 Giugno 2006: in quell’occasione abbiamo preparato uno speciale TV di 2 ore sull’evento. E’ stata una cerimonia fantastica proprio nel periodo in cui la nostra nazionale trionfava ai mondiali di Calcio in Germania.
Qual è il luogo più affascinate in cui ha portato la sua troupe?

Ogni posto è bello a suo modo e ognuno ha delle caratteristiche che lo rendono unico. Memorabile rimane la Norvegia con il suo sole di mezzanotte e l’aurora boreale, gli esotici Emirati Arabi con il loro deserto e lo sfarzo bellissimo di Dubai e Abu Dhabi; non dimentichiamo poi la crociera degli Zar in Russia, i passaggi dell’equatore dal Brasile e del Circolo Polare Artico in Norvegia. Certo però che più viaggiamo e più ci rendiamo conto di quanto l’Italia sia insuperabile: lo splendore artistico di una Venezia o i paesaggi incredibili delle sue coste, come quelle delle Cinque Terre, per dirne una, fanno dell’Italia la meta sempre preferita.

Come immagina lo sviluppo delle crociere nei prossimi anni?

Ci sarà uno sviluppo sempre più florido. La crociera come scelta di vacanza è sempre più in voga, a prezzi giusti e con un’offerta di prim’ordine. Poi le compagnie apportano ogni anno molteplici novità per accrescere anche il mercato dei cosiddetti “repeaters”, cioè coloro che hanno già effettuato due, tre, quattro e a volte anche più crociere. Ogni crociera è diversa da un’altra, per destinazioni, per rotte, per caratteristiche e per emozioni.

Quali difficoltà riscontra normalmente nell’organizzare questi viaggi?

È solo questione di organizzazione con le compagnie crocieristiche e gli enti del turismo più sensibili alla promozione del proprio territorio e del proprio “brand”. Inoltre un grazie va agli equipaggi delle navi che ci ospitano: senza il loro prezioso aiuto non potremmo fare la nostra trasmissione.

Quale crociera ha avuto più successo e ha riscosso più curiosità tra quelle da lei registrate?

Quelle nel Mediterraneo: Occidentale o Orientale non importa, è il mare più amato, ricco di storia e di cultura. Con un clima mite più o meno tutto l’anno è quello che consente di trascorrere una crociera all’insegna del relax sia d’estate, sia d’inverno e con i prezzi più competitivi. In navigazione nel “Mare Nostrum”, quando facciamo le riprese troviamo tanti telespettatori che chiedono cosa stiamo facendo e che conoscono la trasmissione. Anche le crociere fluviali con poche persone a bordo sono molto belle.

Cosa consiglia ad una persona che si avvicina per la prima volta al mondo delle crociere? In cosa la sua trasmissione la può aiutare?

“Mondo Crociera” spiega e racconta quello che si incontra e si vive a bordo delle navi che ci ospitano, senza dimenticare i posti che raggiungiamo, il tutto condito con un linguaggio semplice e chiaro. Un modo ideale per promuovere questa vacanza e le destinazioni più belle. Questo ricco contenuto viene raccontato in mezz’ora di belle immagini e interviste che fanno innamorare i telespettatori di questo tipo di viaggio. Un modo ideale, molto più coinvolgente che non le aride e futili campagne pubblicitarie fatte di spot brevi e poco esplicativi della vita di crociera. Noi ci auguriamo l’aumento del numero dei crocieristi nel nostro Paese e nel nostro piccolo cerchiamo di dare una mano al settore; oggi gli italiani sono al terzo posto in Europa dietro ai tedeschi e  agli inglesi. L’Italia, con la sua storia nautica e il suo mare, dovrebbe apprezzare maggiormente il viaggio per mare e questo alla fine è il nostro scopo, far capire agli italiani da Bolzano a Catania le bellezze della crociera.

Avete documentato molto bene lo stato delle stazioni marittime italiane, ci può dire i punti di forza e cosa si potrebbe ancora migliorare nel settore dell’ospitalità dei passeggeri?

E’ importante promuovere la destinazione e i territori che si possono vedere nel poco tempo in cui la nave resta in porto. La stazione marittima è un posto di transito e deve essere funzionale a tale scopo, non servono strutture imponenti ma anche semplici tensostrutture possono essere ideali per i crocieristi.

Lei ha visitato con la sua trasmissione anche il terminal crociere di Venezia, ci può dare un parere sulla diatriba navi da crociera si o no in Laguna?

Le navi devono arrivare a Venezia, c’è una preparazione e un’organizzazione impeccabile per l’arrivo alla stazione marittima e le proteste degli anticrocieristi sono inutili e farneticanti. Venezia con le sue bellezze e i suoi 2 milioni di turisti è una risorsa importante per l’indotto economico delle crociere in Veneto.

La crociera dei sogni che invece vorrebbe documentare e che manca nel suo curriculum?

Sogno i passaggi dei capi del sud del Mondo, quindi L’Antartico e il passaggio di Capo Horn o il Sudafrica con il capo di Buona Speranza.

Qual è la nave da crociera più bella su cui è salito e perché?

Non riesco ad individuare quella più bella, dipende tutto dai gusti: per gli amanti della riservatezza e del lusso, i velieri della Star Clipper sono il “top”, mentre per chi cerca la comodità, lo sfarzo e la varietà d’intrattenimento le grandi navi di MSC Crociere offrono tutto ciò che un passeggero può desiderare. Anche i postali norvegesi di Hurtigruten hanno il loro grande fascino, così come le crociere fluviali di Giver Viaggi nel Volga e nel Danubio.

Ha in serbo qualche altro format da dedicare al mondo delle crociere?

Questo format è quello giusto e vincente: è da anni “on air” su tante TV sempre in prima serata e in tutta Italia ed è visibile da tutti in chiaro. Nel nostro piccolo crediamo di aver dato tanta visibilità alle crociere e ci sentiamo partecipi, anche se in minima parte, del successo di questa vacanza.

Come mai Mondo Crociera è l’unica trasmissione italiana che documenta il mondo delle crociere? Pensa che resterete ancora per molto soli in questo settore?

Non è facile produrre i contenuti di una trasmissione TV, noi abbiamo un archivio di dieci anni di crociere con tanti porti e posti visitati. Chi vorrebbe ipoteticamente iniziare adesso dovrebbe recuperare un forte gap; ma “non svegliamo il can che dorme”! Per ora è meglio per noi che abbiamo più possibilità di lavorare, anche se poi, per l’amor di Dio, c’è spazio e tempo per tutti. Ma Mondo Crociera sarà sempre il numero 1 visto che ormai è da dieci anni che è “on air” su TV visibili in chiaro, gratis, in prima serata e a livello nazionale su ben sei diverse TV, un network di tv locali e Sky.