Liberty of the Seas vista da uno storico
9Overall Score
Vita di Bordo10
Interni Nave8
Cabine10
Ristorazione8.5
Centro SPA8.7
Reader Rating 16 Votes
8.1

<strong>Liberty of the Seas, seconda gemella della classe “Freedom“, è una delle navi più grandi al mondo, ma soprattutto una delle più belle grazie alle caratteristiche uniche delle unità di questa classe che è l’orgoglio della compagnia armatrice Royal Caribbean International.

Sono un’evoluzione delle già fantastiche navi di classe “Voyager” rispetto alle quali sono più lunghe di 28 metri. Queste dimensioni maggiori hanno permesso di incrementare le aree pubbliche a disposizione dei passeggeri con nuovi spazi e nuovi servizi esclusivi. Ricordiamo l’acqua park per bambini “H2O zone”, la sala per la musica dal vivo e karaoke “On air club”, una “Royal promenade” più lunga con un numero maggiore di locali, un ring per la boxe nella palestra, le jacuzzi a sbalzo sul mare del solarium e il “Flowrider” a poppa per surfare in navigazione.

A bordo troviamo davvero di tutto, teatro, discoteca, parete d’arrampicata, minigolf, parco acquatico per bambini, piscine di grandi dimensioni, ma soprattutto le caratteristiche specifiche delle navi Royal come il pala ghiaccio e la fantastica Royal Promenade, un galleria alta quattro ponti che si trova a centro nave su cui si affacciano bar e negozi e molte delle cabine interne. Inoltre Liberty ha delle differenze rispetto la sorella Independece che forse la rendono anche migliore: la zona piscina centrale è sormontata da un grande megaschermo che permette di godersi i film seduti comodamente sulle sdraio.

Infine il colore degli allestimenti del teatro principale sono particolarmente riusciti. Il benessere del passeggero su questa nave è al primo posto, ricordiamo che su queste navi vi è il miglior rapporto a favore dell’ospite tra stazza e capacità passeggeri che eviterà gli eccessivi assembramenti di persone.

liberty of the seas recensione

E anche su una nave così grande chiunque potrà trovare un proprio spazio intimo per godersi il mare come la prua accessibile ai passeggeri che ormai solo le navi Royal possono offrire.

Liberty of the Seas è una nave quasi ideale, alla fine l’unico appunto che ci sentiamo di fare è la mancanza di una area balneabile al coperto da poter sfruttare in caso di maltempo. Ma essendo stata concepita per il servizio nei mari caraibici, i progettisti non avevano ritenuto una piscina coperta necessaria per soddisfare gli ospiti in quell’area geografica.

Vota anche tu Liberty of the Seas nella pagella in alto!