Settembre, tempo di sagre, di funghi e di scuola… a proposito di scuola, anche se sono lontani i tempi in cui una volta si veniva rimandati a questo mese, ricordo che alle elementari di tanto in tanto si giocava a quel gioco dove, un alunno si recava alla lavagna e con un gessetto segnava da un lato i buoni e dall’altro i cattivi, chi parlava o aveva un comportamento poco buono veniva subito segnato, una specie di gioco del silenzio…sulla scia di quanto detto in precedenza ecco i nostri Buoni & Cattivi di questa estate appena trascorsa, notizie, curiosità ed altro che hanno affollato le navi nei loro mesi più caldi in tutti i sensi.

lavagna

CATTIVI

La maldestra e assassina proprietaria di un cucciolo di cane lupo, lasciato morire nella propria auto con finestrini alzati, chiuso in un trasportino, senza acqua né cibo, nel mese d’agosto, nel garage della nave (Bithia di Tirrenia-Cin) nella traversata tra Civitavecchia e Olbia, roba da codice penale.

Il giornalista o presunto tale che si è impossessato della sua penna, che ha realizzato un articolo fantascientifico per tutta l’Italia amante degli animali della tragedia di cui sopra, inventando di sana pianta, negligenze, fantomatici garage con temperature elevate causa adiacenza alla sala macchine e molto altro, per nulla stupiti che la compagnia si sia riservata di agire nelle sede competenti.

Un incidente sul lavoro ti porta nella lista dei cattivi, a prescindere, la sicurezza dei lavoratori viene prima di tutto, un brutto campanello d’allarme, auguri di pronta guarigione al marittimo della Corsica Ferries, rimasto schiacciato da una porta tagliafuoco,  per il cui soccorso e’ stato necessario far intervenire un elicottero della Guardia costiera di Sarzana (La Spezia).

La compagnia LAZIOMAR, poiché in pieno agosto un suo catamarano partito dal porto di Anzio e diretto a Ponza, con circa 180 passeggeri a bordo, dopo un’ora di navigazione ha dovuto fare marcia indietro causa non meglio precisati problemi tecnici e tornare sulla terraferma. Non potendo essere riprotetti tutti i passeggeri su di un mezzo di un altra compagnia [sullo Snav non c’era posto per tutti, la capienza max è di 155 unità],  pare che il comandante del catamarano Laziomar  abbia prospettato agli sfortunati vacanzieri tre possibilità:

  1. 1)fare 80 km  di tasca propria per arrivare al porto di Terracina
  2. 2)fare 120 km per raggiungere quello di Formia
  3. 3)oppure tornarsene a casa

Per la serie…viva la sincerità!

La compagnia della balena blu, Moby perchè durante una traversata Olbia-Livorno una loro nave è partita con 2 ore di ritardo, tutto sommato poca cosa, ma durante la traversata è cambiato il porto di arrivo, non più Livorno ma Piombino con notevoli disagi per oltre duemila passeggeri e 350 veicoli allo sbarco e, all’imbarco per la nuova partenza con destinazione Olbia. Tuttavia la compagnia precisa, che l’improvviso cambio di rotte pare sia stato causato dall’intenso traffico portuale nello scalo livornese.

A Livorno invece rimandano alla Moby ogni addebito sul cambio di destinazione, rassicurando che in quel giorno non risultano problemi di congestione di traffici, né sui piazzali, né sulle banchine.

La Moby «si scusa per il disagio con tutti i passeggeri» e, per quanto riguarda i vacanzieri in rientro dalla Sardegna, precisa che quanti «viaggiano con auto al seguito riceveranno un rimborso chilometrico», mentre per chi è senza auto «è previsto un servizio di navetta che collega il porto di Piombino a quello di Livorno». A ciò si aggiunga che i passeggeri «riceveranno un buono sconto del 20% da utilizzare per viaggiare nuovamente a bordo delle navi della Compagnia su qualsiasi tratta». Le medesime agevolazioni e gli stessi servizi – aggiunge la compagnia – sono state messe a disposizione anche dei turisti che invece avrebbero dovuto imbarcarsi ieri sera a Livorno, insomma dei cattivi a metà.

Per una volta sulla lavagna dei CATTIVI finiscono i passeggeri di un traghetto Moby diretto in Sardegna, che si sono visti partire la nave in perfetto orario, del resto il nutrito gruppo di passeggeri, una cinquantina circa, era convinto che era sufficiente presentarsi 10 minuti prima della partenza stabilita sul biglietto per imbarcarsi.

La Moby, pur di non scontentare i propri clienti gli ha consegnato un biglietto alternativo con partenza da Piombino nel pomeriggio, sulla prima nave che sarebbe partita, inoltre la compagnia ha precisato che la partenza della nave era avvenuta come da orario in vigore dal 31 maggio 2013 per i traghetti Moby, e non prima come erroneamente sostenuto dai passeggeri rimasti a terra, inoltre ha ricordato ai passeggeri rimasti a terra che nel regolamento consegnato al momento della vendita del biglietto, è richiesto ai passeggeri di recarsi al check-in e, quindi, all’imbarco almeno 30 minuti prima della partenza, mentre coloro che viaggiano con veicoli al seguito devono recarsi alla banchina almeno un’ora e 30 minuti prima, per poter effettuare correttamente le operazioni di imbarco.

GOINSARDINIA, iniziativa interessante di un gruppo d’imprenditori sardi, peccato solo che la nave da loro noleggiata, un giorno di fine agosto abbia avuto un guasto in sala macchine, appiedando ben 800 turisti pronti a tornare a casa ed altrettanti pronti a partire, poi riprotetti su altre compagnie o rimasti in albergo. Gli suggeriamo per l’anno prossimo di noleggiare un naviglio migliore…

Un’estate ricca e calda, come si diceva in precedenza, ma nella nostra lavagna non ci sono solo i CATTIVI, abbiamo anche un’altra metà dedicata ai BUONI, state tranquilli.

BUONI

Siate astuti, non buttate i rifiuti” è il messaggio della nuova campagna di sensibilizzazione ambientale presente sulle navi gialle della Corsica Sardinia Ferries che invitano a non compiere un gesto che può danneggiare gravemente l’ambiente marino.

L’oro blu non ha prezzo ma il conto è spesso salato” è il claim presente nei manifesti che riportano alcuni dati impressionanti e li accompagnano con alcune immagini d’impatto: una medusa avviluppata ad un sacchetto di plastica o un accendino che trova spazio in una scatola di sardine o, ancora, un granchio “rivestito” dai rifiuti che invadono il fondale marino.

I poster sono stati realizzati da Corsica Sardinia Ferries insieme agli organizzatori del Festiventu (www.lefestivalduvent.com), la manifestazione dedicata ai temi ambientali che si svolgerà a Calvi, in Corsica.

Succulenta e prelibata iniziativa della Compagnia Meridionale di Navigazione (CMN) in collaborazione con la Camera di commercio italiana (CCIFM), prevede di servire le delizie della cucina sarda a bordo di tre navi della propria flotta, Piana, Girolata e la Kalliste.

Il menù si chiama “Les Quinzaines Sardes” e sarà servito sulle navi dal 13 al 28 settembre, giusto per sollecitare le nostre papille gustative come primo ci saranno Culurgiones dell’Ogliastra al ripieno di carne di bue rosso di Montiferru, in salsa al pomodoro fresco e mentuccia, preparati alla maniera Ghisau. Il secondo, invece, consiste in vitello del territorio della Gallura in salsa al vino Cannonau, con patate all’ortolana, non mancheranno inoltre, grigliate miste di verdura, dolce sardo, formaggi come la provoletta di Sardegna, pecorino semi stagionato e crema di pecorino su pane carasau.

Il tentativo dell’iniziativa è quello di favorire, attraverso la promozione gastronomica, quella del territorio, inoltre saranno messi a disposizione dei passeggeri dèpliants, cataloghi e brochures informative per consentire di conoscere meglio l’isola e beneficiare dei servizi turistici e d’accoglienza offerti dagli operatori. Che buono…

Innovativa iniziativa di Tirrenia-Cin, grazie all’accordo fra la compagnia napoletana e la società di comunicazione e informazione MaxInfo Sardegna è attivo un servizio di Info Point Wi-Fi che consentirà di avere a disposizione in ogni momento, sui propri tablet, smartphone il quadro generale delle attività e servizi di bordo offerti come ristoranti, bar, negozi, cinema e animazione.

Ogni ospite che usufruisce della rete Wi-Fi gratuita, ha, inoltre, la possibilità di accedere a informazioni riguardanti Cagliari e il territorio del sud Sardegna: spiagge, sagre ed eventi, informazioni storiche e culturali, autonoleggi, negozi, alberghi e ristoranti e tutti i recapiti più utili per l’assistenza sanitaria anche per animali e sicurezza personale. Si tratta di ricchi contenuti sotto forma di testi, immagini e video visualizzabili e scaricabili in modo facile e veloce. L’attivazione dell’Info Point in modalità Wi-Fi, pare che abbia riscontrato molti consensi da parte degli utenti che ne hanno usufruito, dati alla mano, pare che in 10 giorni d’attività il servizio ha registrato oltre 1.000 visite e visualizzato circa 6.000 pagine. Le più visitate son state quelle dedicate a Tirrenia, il Benvenuto a Bordo e i suoi Servizi, a seguire le info-utili dedicate alla Città di Cagliari e la scoperta delle località turistiche del Sud Sardegna.

Dopo un’estate al quanto travagliata, fatta di qualche ritardo e disagio per i propri passeggeri, ci sentiamo di segnare nella nostra lavagna dei BUONI la MOBY LINES, già perché, con molta pazienza dei loro uffici marketing e stampa, oltre che del personale di bordo, hanno sempre provveduto ad assistere nel modo migliore i propri passeggeri, a suon di sconti, cambi biglietto e quant’altro. Sicuramente non deve essere stato facile domare quelle folle inferocite di vacanzieri d’agosto…magari però la prossima volta se come dice radio banchina, una nave [Moby Aki] ha effettivamente un problema, costringendolo a viaggiare a velocità ridotta per tutto il mese d’agosto, facendogli impiegare più tempo del previsto per compiere la traversata da Livorno alla Sardegna, sarebbe il caso di intervenire prontamente per risolvere il guasto senza dare grattacapi ai colletti bianchi in ufficio ed al personale di bordo.

Infine, sono in aumento i viaggiatori croceristi nel mercato italiano, di conseguenza aumenta il numero di “movimentazioni” vale a dire di persone in transito nelle città portuali, maggiormente riscontrato nella stagione estiva. Dato interessante, se pensiamo che sono circa una decina le città italiane portuali di maggiore interesse crocieristico, quelle dove le principali compagnie effettuano imbarchi/sbarchi o dove transitano.

Tra le più importanti a livello di numeri si posizionano Civitavecchia, Venezia, Napoli, Livorno, Savona, Genova, Bari, Palermo.

Difficile stabilire delle percentuali, ma il giro d’affari è interessante, a subire i benefici è il settore commerciale, i negozi, dall’abbigliamento all’oggettistica riscuotono un buon successo, soprattutto i grandi marchi di abbigliamento, il made in Italy e quelli turistici nei quali si possono acquistare i tipici souvenir del luogo. Non pochi quelli che decidono di investire i propri averi nella cultura locale, dedicando il tempo dello scalo in visite ai monumenti, musei, mostre e siti archeologici.