Love Boat o Pacific Princess, nave classe 1971 o come molti amano ricordarla, la nave dell’amore che fra il 1978 e il 1987 è stato il set degli episodi di “Love Boat”, trasmessi in Italia a partire dal 1980 diffondendo il mito della crociera romantica, oggi è ormeggiata al porto di Genova in attesa di conoscere il suo destino, insomma proprio come capita ad una star di Hollywood non più giovane, si è ritrovata sedotta e abbandonata, in attesa di qualcuno che la sappia apprezzare.
La nave fu acquistata anni fa dalla Quail Cruises Ship Management  e sottoposta ad ingenti lavori per bonificare alcune sue componenti che contenevano il pericoloso amianto oltre che lavori di ammodernamento degli impianti, lavori che non sono mai stati pagati al cantiere che vanta ancora una bella somma di denaro, visti i tempi di crisi e le varie difficoltà della società proprietaria la nave è finita all’asta per pagare con la sua vendita parte di questi lavori eseguiti proprio a Genova.
Tuttavia “Radio Banchina”(che non è una radio, ma sono le voci di gente che frequenta l’ambiente del porto ) ultimamente indicava la Turchia come sua ultima tappa per diventare, purtroppo per gli appassionati di serial tv, lamette da barba, rivestimenti di lavatrici, frigoriferi e molto altro, ma colpo di scena degli ultimi giorni il cantiere turco che si era aggiudicato la Pacific, nome attuale della nave, non ha provveduto a saldare l’intero prezzo della nave.
Quindi adesso ripartirà una nuova asta in cui si cercherà di piazzare questa star abbandonata, speriamo che qualche nostalgico o ricco fan della serie tv decida di acquistarla per farla diventare un museo o albergo galleggiante….vederemo come andrà a finire.
Io ho avuto la fortuna di incontrarla a Genova durante l’ultima crociera lo scorso aprile, ancora in buono stato apparentemente, magari se stasera centro un 6 all’Enalotto ci faccio un pensiero…per ora inzio ad accettare suggerimenti per l’eventuale nome anche se una mezza idea già mi frulla per la mente…CRAZIES OF THE SEAS…forse troppo banale?

©Mirko; Pazzoperilmare.com