Ecco che arriva il racconto di Pupottina, nostra cara lettrice e la sua esperienza sulla Costa Pacifica.Il soggiorno di Pupottina e Kevin a bordo della Costa Pacifica, nella sua seconda settimana di vita, è stato splendido.

Dopo una lunga attesa, finalmente arriva il momento della partenza per la loro terza crociera, la seconda con la Costa. Per raggiungere la nave hanno usufruito dell´efficientissimo servizio di trasporto, puntuale, senza intoppi e con un´hostess che, per tutto il tragitto, ha illustrato i vantaggi e i comfort per i fortunati che avevano optato una vacanza a bordo della Pacifica.

In realtà, le intenzioni di Kevin e Pupottina erano rivolte verso un analogo percorso con una MSC, di cui anche sono soci, ma, al momento della prenotazione, non erano disponibili nemmeno posti in piedi. Eheheheh. L´accoglienza è stata strepitosa. La nave era ancora incartata con la pellicola, tanto era nuova e non mancava davvero niente. Si mangiava molto bene. Il servizio ai tavoli era ben organizzato, rapido e cordiale.

I camerieri, ovviamente tutti stranieri, riuscivano anche a sostenere una conversazione base ed erano in grado di spiegare il contenuto di ogni portata nelle loro mani. Anche il servizio di pulizia della suite è stato ineccepibile, al contrario dello scorso anno a bordo della Costa Classica. Hanno usufruito di vari servizi.

Le escursioni erano ben organizzate, anche se in doppia lingua, e la preparazione delle guide era approfondita e pronta a rispondere anche alle domande più inaspettate. Non hanno sentito nessuno lamentarsi di niente, salvo casi rari, ma si vedeva lontano un miglio che erano i soliti guastafeste. Nel centro Samsara Spa quasi non ci si incontrava mai con altre persone, tanto era grande. Non mancava niente, anche se al riguardo Pupottina ha raccontato, nei giorni scorsi sul mio blog, un´esperienza un po´ incresciosa ed imbarazzante accaduta all´interno.

C´erano tantissime piscine e lettini a sufficienza per prendere il sole. Le piscine, però, erano strapiene di bambini con genitori poco attenti, che avevano risparmiato sui servizi predisposti dagli animatori per gestirli al meglio. Per Kevin non poteva mancare un giro sul simulatore di Formula Uno della Scuderia Costa. Kevin è stato bravissimo, nemmeno lo facesse di professione. Uscendo dalla vettura, un altro po´, doveva firmare gli autografi a quelli che avevano assistito. Il teatro Stardust ha presentato spettacoli molto nuovi e divertenti con star televisive.

Essendo la nave della musica, c´è stato anche un concorso fra i talentuosi a bordo, ma Kevin e Pupottina lo hanno seguito solo di striscio. Complessivamente, la vacanza è stata positiva e Pupottina ha già consigliato la nave Costa Pacifica alle sue amiche. Come è naturale che sia, sta già pensano alla prossima crociera e magari questa volta cercherà di prenotarla, per tempo, con una MSC.

Molte delle persone che ha incontrato a bordo, erano lì perché non erano riuscite a trovare posto su una delle MSC che, di regola, vanno prenotata circa un anno prima, almeno per quanto riguarda la disponibilità delle agenzie nella zona in cui vive Pupottina.